12 Maggio 2021 Segnala una notizia
Filiera auto, la Brianza sul podio lombardo: +3,2% di imprese in un anno

Filiera auto, la Brianza sul podio lombardo: +3,2% di imprese in un anno

7 Settembre 2016

L’Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia, in occasione della 34° edizione di Confartigianato Motori, ha presentato una speciale elaborazione che fotografa lo stato dell’arte della filiera auto.

Nel I trimestre del 2016 il settore italiano dell’autovettura ha visto impegnati 532.380 addetti e 168.820 imprese, in aumento rispetto all’anno precedente (+1,5%) grazie a un significativo incremento del numero di attività del Commercio di autoveicoli (+6,3%).

A livello provinciale, Monza e Brianza, con le sue 2.089 imprese, vale l’8,2% dell’intero panorama lombardo, con una crescita del +3,2% nel II trimestre 2016 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un incremento che colloca il nostro territorio sul podio di coloro che migliorano le proprie performance: dopo Milano e Varese, la Brianza merita la medaglia di bronzo (un dato migliore rispetto alla media lombarda, ferma al +2,6%). Sull’ottimo risultato provinciale pesa l’incidenza delle 903 realtà artigiane attive nel II trimestre dell’anno in corso. A livello italiano, invece, quasi 80.000 imprese, il 47,4% del numero complessivo di aziende della filiera, appartengono al comparto artigiano e si concentrano principalmente nella “Manutenzione e riparazione autoveicoli”.

Da gennaio a maggio 2016, le vendite di autoveicoli, carrozzerie e parti accessorie verso i mercati esteri ammontano a 14.050 milioni di euro, in salita rispetto a quanto registrato nel medesimo periodo dell’anno precedente (+1,1%). Il 59,9% dell’export è determinato dalle vendite oltre confine di Autoveicoli, il 37,8% di Parti ed accessori per autoveicoli e loro motori e solo il 2,3% dalla vendita di Carrozzerie per autoveicoli, rimorchi e semirimorchi, settore che però ha vissuto un notevole incremento della domanda estera (8,1%). Negli ultimi 12 mesi, il comparto in Brianza ha esportato per 177 milioni di euro.

Si segnala inoltre che, nel corso del 2015, l’Europa ha incrementato la propria produzione di auto del 2,6%, ed è l’Italia che ha registrato la dinamica più positiva (+65,2%), seguita da Spagna (+16,9%), Regno Unito (+3,9%) e Germania (+1,9%). Un mercato che si è dimostrato sempre più attento all’impatto ambientale: il rapporto realizzato dall’ACI ha infatti evidenziato come nello stesso 2015, rispetto al 2014, il parco macchine circolante sul suolo nazionale a benzina si sia ridotto del 1,7% in favore di un aumento del 5,7% delle auto ad alimentazione alternativa. Dal 2012 al 2015 il nostro Paese ha registrato un decremento delle autovetture circolanti di classi euro più inquinanti (Euro 0, 1 e 2) ed una significativa crescita del circolante a minor impatto ambientale (+94,8%).

Qui sotto le immagini della premiazione della 34° edizione di Confartigianato Motori a cui hanno partecipato il presidente di Apa Giovanni Barzaghi, il segretario Generale, Paolo Ferrario, e il vice presidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala.

Foto di Luca Colnago

Premiati:

  • LEWIS HAMILTON, miglior pilota della Stagione – team Mercedes
  • BRADLEY LORD, miglior PR – team Mercedes
  • JAMES KEY, miglior ingegnere – team Toro Rosso
  • MOTORSPORT.COM, miglior sito sportivo dedicato alla F1

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi