08 Maggio 2021 Segnala una notizia
Con smartphone e microfono all'esame della patente: denunciati!

Con smartphone e microfono all’esame della patente: denunciati!

21 Settembre 2016

Lo si sente dire spesso da sociologi ed esperti della comunicazione. La tecnologia di per sé non è né un bene né un male. Dipende dall’uso che ne viene fatto. E, se è truffaldino, si rischia di pagarne le conseguenze. Anche penali. E’ il caso di un 31enne indiano, residente nel bergamasco, e una 39enne cinese, residente a Milano. La loro colpa è di aver provato ad usare attrezzature elettroniche durante lo svolgimento dell’esame teorico per il conseguimento della patente di guida. In particolare l’uomo nascondeva nella manica della propria maglia, opportunamente bucata, uno smartphone per filmare le domande della prova d’esame e ricevere indicazioni sulla risposta corretta. La donna, dal canto suo, aveva un microfono fissato ad una collana ed un piccolissimo dispositivo Wi-Fi in un orecchio in modo da poter comunicare con l’esterno. Dove, evidentemente, c’era chi si era organizzato per poterli aiutare.

Il sistema davvero ingegnoso, messo in piedi dalla coppia di aspiranti patentati, meritava, probabilmente, degli interpreti almeno di pari livello. Invece è bastato che un addetto alla vigilanza, durante lo svolgimento della prova, notasse qualcosa di sospetto per far saltare tutto il tentato imbroglio. Il 31enne indiano, infatti, continuava a muovere un braccio in modo inconsueto e la donna ripeteva a voce insolitamente alta le domande d’esame. A quel punto è stato facile capire cosa la strana coppia stava cercando di mettere in atto. Sono stati chiamati i Carabinieri della Compagnia di Monza. Che hanno denunciato in stato di libertà i due. Ora dovranno rispondere di tentata truffa. Alle domande dell’esame teorico per il conseguimento della patente di guida, invece, risponderanno, se tutto va bene, un’altra volta.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi