12 Maggio 2021 Segnala una notizia
A San Rocco la protesta corre lungo la linea Milano - Monza

A San Rocco la protesta corre lungo la linea Milano – Monza

26 Settembre 2016

Sul piede di guerra per il costante via vai di treni. I residenti delle vie Fossati e D’Annunzio nel quartiere San Rocco sono scesi in strada pre protestare contro la mancata installazione di barriere fono assorbenti lungo il tragitto della linea ferroviaria Monza – Milano. Sono anni che gli abitanti della zona lamentano una situazione insostenibile. Treni a tutte le ore del giorno e della notte, cantieri per vari interventi di riqualificazione e adesso anche l’affronto di vedersi “scippare” da sotto il naso le barriere fono assorbenti che adesso dovrebbero essere installate lungo la linea Milano – Chiasso, che sta creando altri problemi ai ai residenti del quartiere San Biagio.

Per dare sostanza alla loro protesta, i residenti hanno anche esposto un lungo striscione con la scritta “Non siamo cittadini di serie B”. “Ci sentiamo beffati dall’amministrazione – hanno commentato i residenti -. Sono anni che attendiamo l’adozione di provvedimenti per mitigare i rumori della ferrovia, ma non è mai stato fatto niente. Adesso, invece, saranno installate barriere lungo la Milano – Chiasso in via San Gottardo. Forse dipende dal fatto che in quella zona vivono alcuni politici o ex assessori. Noi non siamo cittadini di serie B”. La protesta è stata coordinata da Salvo Russo, portavoce dei residenti. “Le stesse barriere di via San Gottardo – ha concluso – dovranno essere installare anche in via Fossati”

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi