13 Maggio 2021 Segnala una notizia
Pantere sconfitte al debutto in Coppa Italia

Pantere sconfitte al debutto in Coppa Italia

8 Agosto 2016

La Giana vince il derby inaugurale di questa stagione 2016/2017. Nella prima giornata di Coppa Italia, le pantere – tuttaltro che al completo – vanno k.o. mostrando comunque sprazzi di buon calcio, soprattutto nella prima parte delle ostilità. Passivo assai ingeneroso per i ragazzi di Luciano Foschi, che sabato 13 agosto ospiteranno il Lumezzane (ore 18,00) nella seconda giornata del girone A. Saranno poi i bresciani ad attendere la Giana in data 21 agosto.

Per la prima gara ufficiale della stagione, mister Foschi deve fare i conti con l’infermeria affollata, soprattutto per quanto riguarda un reparto difensivo privo di quattro elementi come Di Gennaro, Savi, Stefanelli e Teso. Assenti anche Lavagnoli – procede bene il suo recupero – e Marzeglia, bloccato all’ultimo da un problema muscolare che non desta preoccupazioni. Il modulo è il 3-5-2, con Malgrati al centro della retroguardia, spalleggiato dall’esperienza di Schettino e dalla duttilità di Dragoni. Il centrocampo è per 4/5 quello dell’ultimo campionato, con Pavan play, Graziano e Scaccabarozzi da mezzali, Anghileri ed il baby Mora sulle corsie esterne. In attacco, col forfait di Marzeglia, semaforo verde per la coppia Napoli-Florian, 5 reti a teste nella scorsa stagione. Modulo speculare per la Giana di mister Albè, che in difesa piazza il ’96 Rocchi tra Perico e Solerio, mentre a centrocampo c’è subito una maglia da titolare per l’ex di turno Alessio Iovine. Davanti, ad affiancare bomber Bruno c’è l’ex Grumellese Okyere.

Buona partenza dei ragazzi di Luciano Foschi, che dopo 77 secondi vanno vicini al gol con Pavan che, dopo una percussione di quaranta metri, scocca un destro provvidenzialmente deviato da Rocchi in angolo. Convincente primo quarto d’ora dei brianzoli, che denotano un buon fraseggio palla a terra e soprattutto grande compattezza in fase di non possesso. Al 13′, sugli sviluppi di un corner da destra battuto da Napoli, pregevole la torsione aerea di Florian, con palla però sul fondo. Un paio di minuti dopo ecco la Giana: filtrante di Biraghi per Chiarello, sinistro in corsa però da dimenticare. Con il passare dei minuti, il ritmo al Comunale si abbassa (complice anche il gran caldo), di conseguenza la partita scivola via senza sussulti alla mezzora. Sostanziale equilibrio tra Giana e Renate. Al 34′ lampo dei padroni di casa. Bella giocata verticale di Iovine per Chiarello, che dal fondo fa partire un traversone su cui si avventa Marotta, il cui sinistro centra la base del palo prima di spegnersi a fondo campo. Quando la prima frazione di gioco sembra destinata allo 0-0, Bruno si inventa una caparbia azione personale che si chiude con il calcio di rigore procurato in seguito al contatto con Pavan. Lo stesso numero nove di casa si incarica dell’esecuzione: Cincilla spiazzato, vantaggio Giana al termine dei primi 45′ di gioco.

Nessun cambio, si ricomincia con gli stessi ventidue iniziali. Subito vivace la ripresa, per merito di un Renate che prova a pervenire al pareggio. Si salva la Giana al 6′, quando sugli sviluppi di una punizione calciata da Napoli, la sponda aerea di Pavan trova Graziano e Malgrati a centro area, con il destro a botta sicura del capitano murato in qualche modo dai padroni di casa. Ancora pantere pericolose all’11’, con Pavan che, al termine di un’azione insistita, col sinistro scalda i guantoni di Viotti. Nel momento più propizio ai nerazzurri, la Giana è letale e raddoppia. Capitan Malgrati perde palla al limite, per il direttore di gara non ci sono ostruzioni, e allora Okyere ne approfitta per sparare un micidiale sinistro nel sette. Renate colpito duro, la Giana ora può controllare le operazioni forte del doppio vantaggio. Le pantere non riescono più a rendersi pericolose con continuità, mentre i blues di Albè, quando hanno l’occasione, cercano di graffiare in ripartenza. Come al 43′, quando sul traversone di Augello, Greselin prende il tempo a tutti per incornare di testa il doloroso 3-0 che fa scattare i titoli di coda…

GIANA (3-5- 2): Viotti; Perico, Rocchi, Solerio; Iovine, Chiarello (34' st Greselin), Biraghi (25' st Pinardi), Marotta,

Augello; Okyere (18' st Perna), Bruno. A disposizione: Sanchez, Sosio, Bonalumi, Tremolada, Pinto, Capano, Lella,

Montesano, Brambilla. All. Albè.

RENATE (3-5- 2): Cincilla; Dragoni, Malgrati, Schettino; Mora (16' st Villa), Graziano, Pavan, Scaccabarozzi (34' st

Palma), Anghileri; Florian (30' st Santi), Napoli. A disposizione: Merelli, Busa, Vannucci, Galli, Stefanelli. All. Foschi.

ARBITRO: Sig. Lorenzin di Castelfranco Veneto (Sig. Zanetti di Portogruaro – Sig. Elkhayr di Conegliano)

RETI: 43' rig. Bruno (G), 15' st Okyere, 44' st Greselin

Fonte: Renata Calcio

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi