05 Marzo 2021 Segnala una notizia
Monza fuori dalla Lega Pro, niente ripescaggio

Monza fuori dalla Lega Pro, niente ripescaggio

4 Agosto 2016

Il sogno è finito: salvo colpi di scena a cavallo di agosto e settembre, il Monza 1912 disputerà ancora il campionato di Serie D. La domanda di ripescaggio in Divisione Unica di Lega Pro presentata dalla società biancorossa, che sembrava essere la prima delle non accolte dal Consiglio della Federcalcio, riunitosi oggi a Roma, pare addirittura che sia stata dichiarata inammissibile.

Intorno alle ore 16 il Consiglio della Figc ha dunque reso noto di aver deliberato il club ammesso in seguito alla rinuncia dello Sporting Bellinzago, ossia il Fano, e i club ripescati, che sono in ordine di graduatoria Melfi, Fondi, Lupa Roma, Olbia, Racing Club Roma (ex Lupa Castelli Romani), Forlì, Taranto, Reggina (ex Reggio Calabria) e Vibonese. Resta sospesa la situazione dell’Albinoleffe, il cui secondo ripescaggio consecutivo sarà ufficializzato soltanto nel caso in cui i club che vantano una precedenza in graduatoria (non il Monza) non avanzeranno ricorsi. Quello che invece doveva essere il dodicesimo ripescaggio non si è, almeno per ora, effettuato perché ieri il Tribunale amministrativo regionale del Lazio ha accolto l’istanza di sospensiva avanzata con procedura d’urgenza dalla Paganese avverso il provvedimento di esclusione dal campionato di terza serie deliberato dalla Figc e confermato dal Coni la scorsa settimana. Pertanto la società campana verrà iscritta con riserva in attesa del giudizio sul merito del ricorso che il Tar del Lazio discuterà il prossimo 30 agosto, ossia due giorni dopo la prima giornata di campionato. Per questo motivo la prima partita della Paganese sarà presumibilmente rinviata a settembre; nel caso che gli azzurrostellati vengano estromessi dal professionismo a decidere la sessantesima società di Lega Pro sarà il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, che, secondo indiscrezioni, riaprirebbe i termini per il ripescaggio per quattro giorni.

Si conclude così amaramente per il Monza una settimana di passione iniziata con le dichiarazioni fuori luogo del presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, al Corriere.it. “Praticamente certe del ripescaggio in Lega Pro – aveva detto il dirigente pugliese – sono le retrocesse Albinoleffe, Melfi, Lupa Roma e Racing Roma e la grande sorpresa: il Monza che si è mosso per tempo e ha portato una documentazione assolutamente perfetta. Poi segnaleremo al prossimo Consiglio del 4 agosto per un ripescaggio Fano, Olbia, Forlì, Cavese, Taranto, Reggina e Vibonese. 12 squadre complessivamente che, qualora la Paganese riuscisse nel suo ricorso avverso alla sua mancata iscrizione, potrebbero diventare 11”. Gravina aveva dunque sentenziato: “Un parere, il nostro, quasi definitivo”, riferendosi a tutte le richieste di ripescaggio. Alla luce delle decisioni di oggi del Consiglio federale risulta che Gravina l’ha “fatta fuori dal vaso”, che ha illuso per una settimana migliaia di tifosi del Monza e della Cavese e ha gettato nel panico quelli del Fondi, escluso dalla “sua” graduatoria ma in realtà perfettamente in regola.

Tornando alla domanda di ripescaggio del Monza, resta il mistero sulla sua inammissibilità. Il comunicato della Figc non metteva paletti alle società di Serie D, per cui non si capisce perché non avrebbero potuto fare domanda le non qualificate ai play-off. Peraltro la società presieduta da Nicola Colombo aveva nei giorni scorsi inviato a Tavecchio, a Gravina e al Consiglio federale un parere legale a sostegno della sua domanda di ripescaggio.

In seguito alla deliberazione della Figc dal centro sportivo Monzello è stato emesso il seguente comunicato: “La Figc ha reso nota la lista delle squadre che vengono ripescate in Lega Pro per il campionato 2016/2017, lista che purtroppo non comprende il Monza 1912. La società, nella persona del presidente, ringrazia l’intero staff dirigenziale, tutti i collaboratori del Monza ed i diversi professionisti coinvolti per l’importante contributo dato nella redazione e presentazione della domanda di ripescaggio, nonché le autorità comunali e di Pubblica Sicurezza per il supporto ricevuto. La società è convinta che la passione, la serietà e le competenze alla base della domanda di ripescaggio, non potranno che stimolare ulteriormente tutto il territorio e l’ambiente biancorosso per affrontare con ulteriore determinazione il campionato di Serie D, con un unico obbiettivo, riconquistare la Lega Pro sul campo”.

Contattato al telefono Colombo ha commentato tutta la vicenda e il suo esito avverso: “Sembra che la nostra domanda non sia stata neanche considerata ammissibile… Che dire? Non è stata un’esperienza da buttare. È servita a cementare lo staff di dipendenti e collaboratori, che hanno mostrato grandissima passione, entusiasmo e competenza e difatti i risultati si sono visti perché la domanda di ripescaggio era compilata in maniera perfetta. Ho apprezzato inoltre la voglia di aiutarci da parte di Comune, Prefettura e Questura. Oggi c’è delusione perché ci si era illusi dopo le dichiarazioni di Gravina, ma a essere sincero dopo il decreto del Tar del Lazio di ieri mi aspettavo che il Monza non venisse ripescato. La Paganese, che quest’anno non ha rispettato il piano di rientro dai debiti, avrà la possibilità il 30 agosto di essere riammessa in Lega Pro. Se ce la farà mi auguro che l’anno prossimo riesca a rispettare il nuovo piano di rientro… Il Monza, comunque, non presenterà ricorso alla deliberazione di oggi e forse neanche lo potrebbe presentare. Non è una questione economica, perché comunque i ricorsi costano, ma io, i miei collaboratori e lo staff tecnico abbiamo notato che l’ambiente si è molto deconcentrato negli ultimi dieci giorni per via di questa possibilità di ripescaggio. Subito dopo aver letto il comunicato della Figc ci siamo riuniti e abbiamo dunque deciso di non trascinare fino a settembre una situazione che rischia di mettere a repentaglio l’esito del campionato, che dev’essere vinto senza scuse. Peraltro credo che avremmo meno del 50% di possibilità di vincere l’eventuale ricorso”. Insomma, il Monza potrebbe al massimo riprovarci a fine agosto se la Paganese perdesse il ricorso al Tar e se davvero si riaprissero i termini per presentare la domanda di ripescaggio.

Si è accorto che se il Monza anziché decimo fosse arrivato quarto e forse anche quinto in regular season (come la Vibonese, ultima delle ripescate), oggi sarebbe in Divisione Unica? “Sì e me ne rammarico. Visto come sono andate le cose partecipare ai play-off sarebbe stato determinante”.

Cosa si sente di dire ai tifosi? Regalerà loro un fuoriclasse per la categoria per digerire la delusione? “Sono rammaricato anche per loro, perché si erano illusi come me dopo le dichiarazioni di Gravina. Mi auguro che non si deprimano. Dopo quanto successo io sono più determinato di prima: lo devono essere anche loro nel sostenere la squadra. Nelle prossime settimane ingaggeremo altri tre elementi, il portiere di riserva e due giocatori importanti: un difensore centrale e un centrocampista centrale”.

Riguardo al mercato, nei giorni scorsi il Monza ha ceduto in prestito al Cavenago Fanfulla il centrocampista Alessandro Capelli e gli attaccanti Michelangelo Achenza e Paolo Buzzi, mentre oggi ha ingaggiato il centrocampista Tommaso Cazzaniga, 18 anni, proveniente dalla Primavera del Chievoverona, già nel Monza Brianza nella stagione 2014/15.

La squadra allenata da Marco Zaffaroni ha terminato domenica scorsa il ritiro a Piazzatorre, in provincia di Bergamo, disputando la prima partita amichevole della stagione. Una rappresentativa della Val Brembana è stata travolta per 16-0 con reti di Palazzo (tripletta), Ferrario (tripletta), Santonocito (tripletta), Gasparri (doppietta), D’Errico, Barzotti, Riva, Palesi e Cazzaniga (che era ancora in prova).

Dopo due giorni di riposo il gruppo ha ripreso gli allenamenti al centro sportivo Monzello, dove domenica prossima, sempre alle 16, ospiterà in amichevole la Primavera del Milan. Sei giorni dopo, ma alle 15.30, è in programma un’altra amichevole, in trasferta contro la Primavera del Novara sul campo di Granozzo con Monticello. La stagione ufficiale inizierà il 21 agosto con la prima partita di Coppa Italia Serie D. Il campionato prenderà invece avvio il 4 settembre: essendo la domenica del Gran Premio di Formula 1 a Monza, la società ha chiesto di giocare in trasferta.

A proposito di campionato, visto l’esito della domanda di ripescaggio la campagna abbonamenti, sospesa lo scorso 28 luglio, riprenderà regolarmente a partire da domani.

Infine una notizia che riguarda il fallito Monza Brianza: l’ex amministratore delegato Maurizio Carlo Prada e l’ex consigliere Cristiano Perrotti, che era anche amministratore unico della società Lucky Seven, proprietaria del club calcistico, sono stati inibiti dalla Figc “per aver contribuito con la propria gestione al dissesto economico patrimoniale del club e per aver omesso di controllare l’attività posta in essere dal presidente di allora Anthony Armstrong-Emery, oltre a non aver espresso formalmente il proprio dissenso rispetto alla cattiva gestione della società”. A Perrotti sono stati inflitti 16 mesi di inibizione e 3.500 euro di ammenda, mentre a Prada 12 mesi di inibizione e 2mila euro di ammenda.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi