08 Marzo 2021 Segnala una notizia
Monza e Brianza i più tradizionalisti, 4 su 5 non effettuano acquisti in rete

Monza e Brianza i più tradizionalisti, 4 su 5 non effettuano acquisti in rete

12 Agosto 2016

Lo shopping on line è ormai un’abitudine per 1 lombardo su 5. La maggioranza di chi spende sulla “rete” non supera 500 euro (75%), ma c’è anche chi fa acquisti che sfiorano i 1000 euro (18%), per un valore complessivo dello shopping on line di oltre 1 miliardo di Euro. Anche la frequenza delle spese in rete è abbastanza alta: il 10% dei lombardi che usa la rete per lo shopping effettua almeno un acquisto on-line ogni settimana, il 55% si dedica all’e-commerce in media una volta al mese, magari per risolvere il problema dei regali dell’ultimo minuto, oppure per accaparrarsi qualche articolo in offerta o introvabile in negozio. Si comprano soprattutto capi di abbigliamento e calzature (42%), poi prodotti di “svago” ed hi-tech tra giocattoli, cd e dischi musicali, articoli di elettronica e telefonia (38%). Il 19% acquista prodotti per la casa e complementi d’arredo, il 10% pacchetti per le vacanze e c’è anche chi compra il pane con un click: l’8% fa la spesa on line con il servizio di consegna a domicilio. C’è anche un 10% circa che, per saltare la coda in posta e o in stazione, paga on line sia gli abbonamenti, come quello del treno, che bollette. E per usufruire con più facilità dei contenuti del web, il 32% attraverso smartphone o tablet utilizza le App, principalmente per restare aggiornati sulle notizie (60%), per guardare le previsioni meteo (58%), per giocare (23%), come navigatore (17%), ma anche per cercare ristoranti (10%), mostre ed eventi (5%) e informazioni utili per viaggiare (12%), oppure per fare sport (13%). È quanto emerge dalla indagine “Famiglie e consumi. Monza e Brianza e Lombardia”, realizzata dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza, in collaborazione con DigiCamere.

L’identikit dell’acquirente on-line Naturalmente sono gli under 35 lombardi ad acquistare di più on line. Il 39% dei giovani comprano on line. Solo il 4% degli over 65 si affida alla rete per gli acquisti.

I risultati per provincia A Milano la quota di “e-consumer” supera la media lombarda: il 27% contro il 22%, a Monza e Brianza i più tradizionalisti, 4 su 5 non effettuano acquisti in rete. Sopra la media delle preferenze lombarde, a Bergamo gli acquisti on line di generi alimentari (13%), a Varese di prodotti per la casa (33%), a Monza e Brianza di abbigliamento (61%) mentre a Milano i pagamenti on line delle bollette (10%). Sull’uso delle app per navigare in internet, i milanesi sono i più all’avanguardia (37%), seguiti dai bergamaschi (36%), principalmente per restare informati su notizie e meteo. A Monza e Brianza il 73% legge le news in app (contro la media lombarda del 60%), a Brescia le applicazioni meteo vanno per la maggiore, a Varese si usano le app per i ristoranti, mappe per i milanesi. È quanto emerge dalla indagine “Famiglie e consumi. Monza e Brianza e Lombardia”, realizzata dalla Camera di Commercio di  Monza e Brianza, in collaborazione con DigiCamere.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi