06 Marzo 2021 Segnala una notizia
Pattinaggio artistico: Michela Cima è campionessa italiana

Pattinaggio artistico: Michela Cima è campionessa italiana

1 Agosto 2016

“Questo titolo l’abbiamo voluto, l’abbiamo sudato e siamo riusciti a conquistarlo. Grazie Michele che mi hai insegnato che solo con il duro lavoro si raggiungono certi obiettivi, senza di te non ce l’avrei fatta…”. Sono state queste le prime parole di Michela Cima al termine della sua gara ai Campionati Nazionali FIHP di pattinaggio artistico a rotelle che si stanno svolgendo in questi giorni a Roana.

Anni e anni di duro lavoro, momenti alti e bassi ma finalmente il titolo tanto inseguito è arrivato: Michela Cima, monzese 19 anni, è la nuova campionessa italiana juniores specialità libero.

Cima podio (2)

Nella splendida cornice dell’altopiano di Asiago, la pattinatrice che si allena da anni presso il Pattinaggio Cornate d’Adda sotto la guida del Tecnico Michele Terruzzi, non si è lasciata intimorire dalla pista bianca, talmente grande da sembrare immensa, e dalla nomea delle avversarie e, sin dalle prove, si è messa in luce tra le protagoniste.

Prima dopo lo short program, nonostante un errore nell’esecuzione del doppio axel, la Cima si è imposta definitivamente con il programma lungo in cui ha eseguito tutti gli elementi tecnici in maniera impeccabile: doppio axel e triplo salchow intero, singolo e in catena, salti doppi e trottole sul tacco in combinazione di altissimo livello. Il tutto accompagnato da una splendida coreografia sulle note di Voyager to Avalon e un’interpretazione artistica che ha catalizzato la giuria e tutto il pubblico presente.

Cima con TerruzziUnanime il verdetto dei 5 giudici che, con un complessivo di 347,90 punti, hanno posto la monzese in vetta alla classifica davanti di ben 9 lunghezze alla riminese Micol Zangoli e con addirittura 30 punti di vantaggio sulla romana Tea Abatini, terza classificata.

“Ho commesso un errore durante lo short per cui ero consapevole di dover dare il massimo nel libero e così è stato. Finalmente ho eseguito correttamente anche il doppio axel. Mi sono impegnata tutto l’anno per ottenere questo risultato e qualificarmi ai mondiali e ce l’ho fatta” – afferma Michela Cima intervistata al termine della gara.

E sì perché ora per la campionessa monzese si aprono le porte dei mondiali che quest’anno si terranno proprio in Italia, a Novara, dal 29 settembre all’8 di ottobre.

“Questi sono momenti che non si dimenticano” afferma Michele Terruzzi, allenatore del Pattinaggio Cornate d’Adda e Tecnico Federale. “Era l’anno in cui Michela poteva farcela, lo sapeva, lo sapevamo. Ma la gara non lascia scampo a nessuno, devi fare e basta. Dopo lo short program non potevamo certo stare tranquilli il margine era troppo poco. Ma nel lungo Michela ha dimostrato appieno le sue grandi capacità tecniche e coreografiche, su cui abbiamo tanto lavorato quest’anno, ed è uscita la differenza”.

Dopo un anno di allenamenti incessanti, che ha visto Michela impegnata anche nella maturità al liceo di scienze umane conseguita presso l’Istituto Carlo Porta di Monza a pieni voti, finalmente è giunto il momento di una meritata vacanza in Grecia.“Giusto una settimana” puntualizza lei. “Novara mi attende e in agosto dovrò riprendere ad allenarmi”. E quando le viene chiesto come intende proseguire i suoi studi, la risposta suona scontata quanto naturale: “Andrò all’Università a fare scienze motorie”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi