06 Marzo 2021 Segnala una notizia
Lissone, arsenale da guerra e droga in casa: padre e figlio nei guai

Lissone, arsenale da guerra e droga in casa: padre e figlio nei guai

9 Agosto 2016

​Un giovane di ventisei anni è stato arrestato dai carabinieri di Desio, per possesso di droga. Durante la perquisizione a casa sua a Lissone i militari hanno sequestrato anche quattro fucili da guerra, due mitragliatrici, coltelli e munizioni, occultati nel divano.

Denunciato il padre del ragazzo per detenzione abusiva di armi da guerra e munizionamento. I militari sono arrivati all’abitazione del giovane a seguito di un controllo antidroga e nella sua cameretta hanno trovato circa una cinquantina di grammi tra hashish e marijuana, oltre al materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi.

Proseguendo nella perquisizione dell’appartamento, nascosti in un panno di lana, nell’imbottitura del divano del salotto, i carabinieri hanno sequestrato due pistole modello Carcano calibro 7.65, due fucili Carcano 6.65, due pistole mitragliatrici Mab calibro 9, un fucile moschetto calibro 7.35, un fucile AK 98 Mauser calibro 8,57 e una decina di munizioni di vario calibro. Le armi, illegalmente detenute dal padre dell’arrestato, non dovrebbero essere funzionanti a quanto si apprende, a differenza delle munizioni ritrovate accanto ad altre due armi giocattolo, prive di tappo rosso, anch’esse sottoposte a sequestro.

Immagine archivio MBNews

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi