06 Marzo 2021 Segnala una notizia
Impianto Forti e Liberi, lavori a palestra e pista rinviati al 2017

Impianto Forti e Liberi, lavori a palestra e pista rinviati al 2017

11 Luglio 2016

palestra-mbCiak, rifare la prima. I lavori al palazzetto e alla pista di atletica della Forti e Liberi a Monza, in programma a partire da Giugno, si sono fermati ancora prima di partire. Se ne riparla a Maggio 2017.

Motivi del rinvio? In primis evitare disagi alle attività agonistiche delle due società che utilizzano l’impianto (l’Atletica Monza e la Forti e Liberi per il basket). Poi ha pesato anche l’adeguamento del bando gara al nuovo codice degli appalti, che prevede un sistema più complesso e trasparente di qualificazione delle stazioni appaltanti e l’introduzione del progetto di fattibilità tecnica ed economica. I soldi, almeno, ci sono. Il Comune di Monza, infatti, ha messo da tempo in bilancio 750mila euro complessivi per i numerosi interventi previsti: dal rifacimento della pista d’atletica alla sistemazione di spogliatoi, ingressi, impianti elettrici e illuminazione della palestra. Insomma per lo storico complesso sportivo di viale Cesare Battisti l’ulteriore attesa di quasi un anno non dovrebbe essere vana.

Antonio Marrazzo

Antonio Marrazzo

La decisione di procrastinare l’avvio dei lavori è il frutto di un accordo tra amministrazione e società sportive coinvolte. “Iniziare a Giugno di quest’anno – spiega Antonio Marrazzo, Assessore comunale al Patrimonio, Opere pubbliche e Decoro urbano – non ci avrebbe consentito di terminare in tempo per l’avvio della stagione agonistica 2016-2017 a settembre-ottobre. Ecco perché partendo a Maggio dell’anno prossimo, invece, saremo in grado di completare il tutto senza creare problemi all’attività sportiva in programma”. Quest’ultimo punto sembra riguardare soprattutto il primo lotto dei lavori, quello riguardante la palestra dove gioca il basket della Forti e Liberi. Tanto che il Comune sembra orientato, su richiesta dell’Atletica Monza, a separare il secondo lotto e a dare il via al rifacimento della pista d’atletica a Marzo 2017. Intervento, tra l’altro, richiesto e promesso da tempo.

Una rapida occhiata alla pista, non regolamentare perché lunga 300 metri, è sufficiente per rendersi conto delle condizioni in cui attualmente versa: numerose e profonde spaccature, erba cresciuta negli interstizi e corsie ormai invisibili. “Siamo soddisfatti per l’anticipo degli interventi previsti – afferma Paolo Galimberti, vicepresidente dell’Atletica Monza e consigliere di Fidal Milano – nei mesi dei lavori con i nostri atleti più piccoli ci sposteremo nel Parco di Monza alla Cascina San Fedele (sede del Centro federale di corsa campestre, Ndr), per i tesserati assoluti, invece, dobbiamo ancora valutare come organizzarci”.

palazzina-amianto-mbSe per la palestra e la pista sembra prospettarsi un futuro migliore, l’impianto di viale Cesare Battisti
non vedrà risolto in breve tempo uno dei problemi più preoccupanti: la presenza di amianto sui tetti del palazzetto e di un edificio adiacente. “La rimozione dell’amianto non fa parte di questi lavori – spiega l’assessore Marrazzo – perché esiste una programmazione comunale complessiva, che prevede anche altre strutture come l’ex Macello e gli edifici di via Mazzucotelli”.

La speranza, comunque, è che si intervenga il prima possibile. L’amianto, infatti, è causa di un tumore, il mesotelioma, che, secondo i dati dello specifico Registro regionale, solo in Lombardia, ha colpito 4400 persone tra il 2000 e il 2012 (quasi 400 nella provincia di Monza e Brianza). Un numero da far calare nei prossimi anni. Soprattutto grazie alla bonifica delle superfici contenenti amianto. “Abbiamo ben presente questo problema, che coinvolge anche il Palazzetto della Forti e Liberi – continua Marrazzo – al momento non possiamo dare certezze sui tempi di intervento, ma si pensa comunque al 2017”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi