07 Marzo 2021 Segnala una notizia
Litiga in discoteca, fa tardi e simula rapina per non essere sgridata: denunciata

Litiga in discoteca, fa tardi e simula rapina per non essere sgridata: denunciata

18 Luglio 2016

​Una diciannovenne di Saronno è stata denunciata dai carabinieri di Desio (Monza), per simulazione di reato. Temendo di esser sgridata dai genitori per aver fatto tardi di rientro dalla discoteca, ha raccontato di esser stata rapinata da quattro uomini e picchiata. In realtà aveva un occhio nero a causa di una lite con un’amica.

La giovane, rientrata ieri notte molto più tardi dell’orario consentito e con segni di aggressione sul volto, temendo di essere punita, ha detto ai suoi genitori di essere stata aggredita e picchiata sotto casa da quattro malviventi, che volevano rapinarle la borsa. Dopo aver raccolto la denuncia della diciannovenne i militari sono andati a casa sua,  per effettuare i rilievi del caso e controllare se vi fosse modo di visionare eventuali immagini riprese da telecamere di sorveglianza.  Una volta arrivati però, si sono accorti che il racconto della giovane presentava eccessive lacune e che tempistica e la dinamica della presunta aggressione non combaciavano.

Così l’hanno convocata in caserma e lì, messa alle strette. Lì la ragazza ha ammesso di aver inventato tutto per giustificare ai genitori il ritardo nel rientro a casa e per timore di non potersi più recare in “giro per locali” a Milano, anche a seguito della lite con l’amica con cui era uscito, che le ha provocato l’occhio nero. Risponderà di simulazione di reato.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi