07 Marzo 2021 Segnala una notizia
Il nuovo Monza 1912 parte col botto. Ingaggiato Ferrario

Il nuovo Monza 1912 parte col botto. Ingaggiato Ferrario

2 Luglio 2016

È Carlo Emanuele Ferrario, 30enne “bomber” del Bra con 32 gol in 34 partite, il primo acquisto ufficializzato dal Monza 1912. Si tratta di un ritorno in biancorosso per la punta di Porlezza, in quanto era stato di casa al centro sportivo Monzello nelle stagioni di Serie C1 2010/11 e 2011/12, quest’ultima limitatamente alla prima metà, realizzando 11 reti in 44 presenze.

Ferrario, che dopo essere cresciuto nel Milan ha militato anche nel Lecco, nel Varese, nel Prato, nel Cuneo, nella Torres e nell’Argentina, è stato nominato qualche settimana fa Miglior attaccante della Serie D dal Dipartimento interregionale della Lega nazionale dilettanti. Stando alle dichiarazioni del presidente Nicola Colombo il Monza si sarebbe già assicurato anche le prestazioni di Luca Guidetti, nominato Miglior centrocampista della Serie D. Chissà se arriveranno anche il miglior difensore e il miglior portiere…

Battute a parte, comincia a svelarsi il Monza dell’anno 1 d.C., cioè dopo Colombo, seriamente intenzionato a vincere il proprio girone di Serie D, sempre che non venga ripescato il mese prossimo in Divisione Unica di Lega Pro (in quel caso l’obiettivo sarebbe la salvezza). A tal proposito, oltre ai 6 posti disponibili per riportare l’organico della terza serie a 60 squadre, se ne sono aggiunti altri 2 in seguito alle rinunce del Martina Franca e dello Sporting Bellinzago. Inoltre sono ancora in bilico 3 club: Pavia, Arezzo e Prato; la proprietà di quest’ultimo è stata appena ceduta per il 51% a una società formata dagli sponsor e dai tifosi che hanno eletto come presidente Nicola Radici, recentemente dimessosi dalla carica di presidente della Pro Sesto e un anno e mezzo fa a capo di una cordata interessata a rilevare il Monza Brianza 1912. E a proposito di Pro Sesto, il 15% del club è di proprietà di una società facente capo a Salvo Zangari (ex consigliere dei biancocelesti e, tra il 2009 e il 2010, del Monza, di cui era socio di minoranza), che in queste ore sta diventando il nuovo presidente della Carrarese, il cui titolo sportivo è stato appena salvato al Tribunale fallimentare dall’imprenditore siculo-brianzolo e da una cordata di impresari locali del settore lapideo.

calcio-monza-palazzo-mbDicevamo dell’anno 1 d.C. del Monza. Perché anno 1? Perché quello passato è stato l’anno 0, in cui per 0 si può intendere anche quello che è stato messo come base per la prima squadra. Il decimo posto finale, peraltro maturato al termine di un campionato ricco di sconfitte e di brutte prestazioni, ha lasciato strascichi pesanti. L’unico certo di rimanere finora è l’attaccante Loris Palazzo, ma pure l’eterna promessa Andrea D’Errico pare sia riuscito a strappare un altro anno di contratto, grazie al presidente che è convinto di avere in mano un “fuori categoria”. Niente da fare, invece, per il “bomber” del girone d’andata Gianluca Soragna, lasciato libero di accasarsi al Castelfidardo. Peccato.

Lunedì prossimo saranno comunicati altri 6 o 7 arrivi: ci dovrebbero essere quelli del portiere Leonardo Petrisor dalla Bustese Roncalli, dei difensori Lorenzo Adorni dal Parma (in prestito), Nicolò Guanziroli dalla Caronnese e Marco Costa dalla Giana (di ritorno dopo un anno), del centrocampista Luca Guidetti dalla Caronnese e dell’attaccante Matteo Barzotti, anch’egli dalla Caronnese. Il raduno è in calendario il 20 luglio, la partenza per il ritiro di Piazzatorre, in Val Brembana, il 24 luglio con ritorno il 31 luglio. La presentazione della squadra dovrebbe tenersi il 23 luglio al centro sportivo Monzello.

Per quanto riguarda lo staff tecnico, è stato ufficializzato l’ingaggio come allenatore in seconda e preparatore dei portieri di Paolo Castelli, ex numero 1 del Monza, che appende così gli scarpini al chiodo dopo le ultime esperienze alla Folgore Caratese e al Renate. Sono invece stati confermati l’addetto al recupero degli infortunati Mauro Apone, il medico sociale Paolo Santamaria, i fisioterapisti Giorgio Incontri e Marco Parolini, mentre l’incarico di team manager è stato assegnato a Marco Ravasi, addetto stampa assieme a Clelia Volpari (comunicazione e marketing sono invece stati affidati all’agenzia Hubnet Communication).

calcio-monza-iacopino-mbA proposito di organigramma societario, come annunciato in anteprima alla nostra testata dal presidente, il nuovo direttore generale è Vincenzo Iacopino, promosso dalla carica di team manager. Restano Filippo Antonelli Agomeri come direttore sportivo, Marinella Farina come segretaria generale, Giuseppe Brumana come segretario del settore giovanile, Ernesto Peroncini come responsabile dell’attività agonistica del settore giovanile, Angelo Colombo come responsabile dell’attività di base del settore giovanile e Carmine Bonfrisco e Antonio Giardini come addetti alla manutenzione dei campi; l’addetto al magazzino è nuovo e risponde al nome di Angelo Giambelli.

Entrando nello specifico del settore giovanile, ora c’è un supervisore all’attività agonistica che è Roberto Colacone, ex attaccante biancorosso, c’è un preparatore atletico che è Luca Molteni e ci sono i fisioterapisti Marco Parolini, Gabriele Piovera, Nicolò Pomini, Giovanni Tacca e Giancarlo Radice, mentre come coordinatore dei dirigenti accompagnatori è rimasto Angelo Gibellini. Capitolo tecnici: sono stati confermati Fulvio Saini agli Juniores, Paolo Monelli agli Allievi A, Fabrizio Seria ai Giovanissimi B, Filippo Tellone ai Pulcini B e Maurizio Invernizzi, Simone Grugnale e Paolo Corbetta come preparatori dei portieri. Nicolò Ambrosetti è passato dagli Esordienti B agli Esordienti A. Le novità sono Matteo Orlandini agli Allievi B, Andrea Antonelli ai Giovanissimi A, Andrea Pollastri agli Esordienti A, Simone Di Luccio ai Pulcini A e Luis Renna ai Pulcini C.

Un’ultima curiosità: dopo le dimissioni di Carmine Castella la carica di vicepresidente resta vacante (comunque non è obbligatoria). Castella nel frattempo è diventato direttore sportivo del Seregno, ma prima di tuffarsi anima e corpo nella nuova avventura ha voluto esprimere a MbNews alcune considerazioni: “Sono orgoglioso di essere stata una delle persone che ha contribuito a far rinascere il Monza e che l’ha aiutato nel suo primo anno di nuova vita. Che piaccia o che non piaccia è stato bravo Nicola Colombo, è stato bravo Carmine Castella ed è stato bravo Matteo Fraschini (il presidente del Comitato Cuori Biancorossi che è appena diventato team manager, responsabile marketing e collaboratore per la comunicazione del Seregno, ndr). Non sono rimasto a lavorare nel Monza perché la mia presenza non era gradita e dunque sono andato a lavorare da un’altra parte, dove mi è stato chiesto di dare una mano. La mia uscita non è perciò stata dovuta a screzi, ma a vedute diverse di cui ho preso atto. Dopo che mi sono dimesso è toccato a Fraschini di essere messo da parte. Io credo che quando c’è qualcosa che non va la verità stia nel mezzo tra le parti in causa. Comunque, se tornassi indietro rifarei quello che ho fatto per il Monza, però forse nel mio percorso farei altre scelte rispetto a quelle che ho fatto. Io resterò sempre tifoso anche del Monza e spero vivamente che venga ripescato. Ringrazio infine tutti coloro che hanno collaborato con me e che mi hanno mostrato affetto nei giorni seguenti le mie dimissioni”.

Concludiamo segnalando un’interessante iniziativa organizzata dal tifoso biancorosso Simone Visentin. Sabato 16 e domenica 17 luglio si terrà a Concorezzo, presso le sale espositive di Villa Zoia, in via Libertà 74, la mostra “Calcio Monza 1912”. Verrà esposto materiale detenuto da Visentin ma anche portato da molti tifosi e simpatizzanti che hanno aderito all’appello lanciato dal promotore dell’iniziativa. Ci saranno tra i vari oggetti magliette da gara (più di un centinaio), materiale degli ultras storici, giornali di ogni epoca, foto della squadra e dei supporters monzesi delle varie epoche. Chi volesse ulteriormente contribuire ad arricchire la mostra può contattare Visentin tramite la sua pagina Facebook.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi