08 Marzo 2021 Segnala una notizia
Ecco la 70ª Coppa Agostoni. Nizzolo: "Voglio vincere sulle strade di casa"

Ecco la 70ª Coppa Agostoni. Nizzolo: “Voglio vincere sulle strade di casa”

23 Luglio 2016

Un ribollente Palazzo Terragni di Lissone ha lanciato lo sprint alla settantesima edizione della Coppa Agostoni-Giro delle Brianze di ciclismo, una delle classiche del calendario professionistico nazionale.

 

L’edizione 2016 della Coppa Agostoni, che dal 1997 compone il Trittico Lombardo assieme alla Coppa Bernocchi e alla Tre Valli Varesine, si svolgerà il prossimo 15 settembre e avrà dunque un’importanza superiore al solito perché precederà di soli tre giorni la prima edizione dei Campionati Europei per la categoria Élite, in programma a Nizza, in Francia, e di un mese e un giorno i Campionati Mondiali di Doha, in Qatar.

 

coppa-agostoni-palazzo-terragni-mbQuest’anno anche la partenza ufficiale del chilometro zero tornerà nel luogo d’origine, la città di Lissone, dopo la parentesi del 2015 di Monza, in omaggio alla sede di rappresentanza dell’Expo. I corridori, dopo aver percorso la “strada della Misericordia”, risaliranno la Provinciale 6 fino a Carate Brianza, poi attraverseranno il Lambro e proseguiranno per Capriano e Fornaci, quindi scenderanno a Carate riattraversando il Lambro ad Agliate. Da Carate ci si dirigerà a sud fino a Macherio, dove si percorrerà un anello passando da Lissone, Vedano al Lambro e Biassono. Poi si risalirà fino a Carate e da Villa Raverio si raggiungerà Bevera, dove verrà affrontato per quattro volte un circuito comprendente le salite di Sirtori, del Colle Brianza e di Lissolo. Infine si tornerà a Lissone per la stessa strada, ma nella sede della corsa si affonterà un altro circuito cittadino per due volte. In totale saranno percorsi 199,9 chilometri.

 

ciclismo-mobili-lissone-mbSandro Brambilla, presentatore della serata, ha ricordato che il 2016 è un anno importante per lo Sport Club Mobili Lissone, società organizzatrice della Coppa Agostoni, non solo perché si corre la settantesima edizione della corsa classica della Brianza, ma anche perché ricorre il settantesimo anniversario di fondazione del sodalizio, perché lo stesso ha ricevuto dal Coni la Stella di bronzo al merito sportivo, perché è stato creato un nuovo logo per la corsa intitolata a Ugo Agostoni, ciclista lissonese vincitore del Giro d’Italia 1912 e della Milano-Sanremo 1914, e pure un sito internet dedicato (www.coppaagostoni.it).

 

ciclismo-brambilla-monguzzi-erba-talarico-mbAnche per questi motivi il sindaco Concettina Monguzzi ha premiato quest’anno con l’Angelo d’oro, la benemerenza civica, lo storico presidente del Sc Mobili Lissone, Romano Erba. “Lui ha fatto la storia della città e continua a farla – ha sottolineato il primo cittadino – Il sodalizio ciclistico cittadino svolge un’importantissima attività educativa a favore dei ragazzi”.

 

Il vicesindaco e assessore allo Sport, Elio Talarico, ha ricordato che “l’Sc Mobili Lissone non organizza solo la Coppa Agostoni ma tante altre manifestazioni di qualità. Stiamo cercando di far respirare l’aria dell’importante corsa ciclistica a tutti i concittadini perché questa porta il nome della nostra città in tutto il mondo”.

 

Erba è stato come al solito di poche parole perché lui ama da una vita la concretezza dei fatti tipica dei brianzoli. Oltre a ringraziare tutti ha voluto semplicemente ricordare che “la Coppa Agostoni è nata in un’osteria…”, per evidenziare quanta strada è stata fatta dal suo club in 70 anni e quanta genuinità e passione sta dietro la storia di questa competizione.

 

ciclismo-brambilla-marenghi-mbPer la BPM Banca Popolare di Milano, sponsor della Coppa Agostoni, è intervenuto il dirigente Massimo Marenghi: “Per noi questa corsa è il fiore all’occhiello; siamo orgogliosi di sponsorizzare due delle tre gare del Trittico Lombardo, ma stiamo trattando anche per la Tre Valli Varesine. Soprattutto in Brianza il ciclismo si basa su cuore, fatica e coraggio”.

 

 

 

 

ciclismo-rivolta-mbGiuseppe Rivolta, direttore dell’organizzazione in corsa e presidente dell’organizzazione del Giro d’Italia femminile, è sicuro: “Il percorso della Coppa Agostoni di quest’anno è garanzia di spettacolo vero, degno di una competizione importante. Invito il Comune di Lissone a ospitare una tappa del Giro d’Italia femminile come nel 2017 farà già Legnano”.

 

Per la Federazione ciclistica italiana era presente il vicepresidente Michele Gamba: “La Coppa Agostoni è una corsa classica con una storia e ciò per me ha un valore in un’epoca in cui diventano famose delle gare solo per via della forza economica che hanno dietro”.

 

ciclismo-brambilla-nizzolo-mbOspite d’onore della serata è stato il brianzolo neocampione italiano e vincitore per il secondo anno consecutivo della classifica a punti del Giro d’Italia, Giacomo Nizzolo: “Ho indossato per due volte di fila la maglia rossa sul podio finale del Giro senza aver vinto una tappa, ma nel mio cuore una tappa l’ho vinta ed è l’ultima di quest’anno – ha esordito con una nota polemica nei confronti della penalizzazione che ha subito a Torino – Indossare poi la maglia tricolore a Darfo Boario Terme è stata la soddisfazione più bella della mia carriera. Nel giro di 20 giorni ho vissuto dunque un mix di emozioni: senza la delusione di Torino forse non avrei vinto il campionato italiano. La rabbia è stata una molla in più per vincere”. Brambilla ha fatto notare che lui è il primo ciclista della Brianza monzese a diventare campione italiano dopo un mito come Gianni Bugno e che Nizzolo quest’anno ha vinto anche il Gran Premio del Canton Argovia, regione di nascita del fuoriclasse cresciuto nel capoluogo provinciale. Poi il campione di Calò ha raccontato: “Ho iniziato col ciclismo guardando da bambino la Coppa Agostoni sulle strade di casa. Vincerla quest’anno con la maglia tricolore indosso sarebbe un regalo grandissimo agli zii che mi portavano a vederla. Campionati Europei o Campionati Mondiali? I Mondiali, perché il percorso degli Europei non è adatto alle mie caratteristiche. Se sono forte come Mark Cavendish perché è capitato di batterlo in volata? Ogni volata fa storia a sé… Spero che il mio percorso di crescita continui: penso che punterò più sulle ‘classiche’ che sulle tappe pianeggianti. Credo nel prossimo biennio di migliorarmi ancora: probabilmente arriverò al massimo della mia carriera”.

 

ciclismo-coppa-agostoni-trofei-autore-mbGli ultimi protagonisti della presentazione a salire sul palco sono stati i designer e gli artigiani che hanno vinto la quinta edizione del concorso dei Trofei d’autore. L’idea, nata sulla spinta di promuovere l’immagine della corsa ciclistica e di valorizzare la vocazione del territorio nell’ambito del mobile e del design, consiste nella progettazione e realizzazione dei trofei che verranno consegnati nelle mani dei primi tre classificati della Coppa Agostoni. I manufatti sono stati progettati dai designer Alessandro Guerriero, Giorgio Bonaguro ed Enrico Azzimonti e realizzati dalle imprese Mobilitaly, 3d e Semprelegno.

 

Infine, è stata resa nota la lista delle squadre che hanno già confermato la partecipazione alla Coppa Agostoni: Nazionale Italiana, Astana Pro Team, Lampre Merida, Orica Green Edge, Androni Giocattoli, Bardiani Csf, Southeast – Venezuela, Caja Rural – Seguros Rga, Ccc Sprandi Polkowice, Verva Activejet Procycling Team, Team Novo Nordisk, Gazprom – Rusvelo, Nippo – Vini Fantini, Gm Cycling Team, Unieuro Wilier, Mg Kvis – Vega, Cycling Academy, Dimension Data Continental, Adria Mobil, Metec Tkh Continental Cycling Team.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi