05 Marzo 2021 Segnala una notizia
Claudio Cappelli di Concorezzo tra le vittime dell'attentato di Dacca

Claudio Cappelli di Concorezzo tra le vittime dell’attentato di Dacca

2 Luglio 2016

La voglia di aprirsi al mondo, di trovare all’estero la chiave per lanciare un’azienda di successo. Questo ha probabilmente animano Claudio Cappelli, 45enne imprenditore titolare della “Star International” di Concorezzo, ucciso nell’attentato terroristico firmato Isis a Dacca.

Sposato con Valeria Beretta, figlia del patron dell’omonima azienda di salumi con sede a Trezzo sull’Adda, Claudio adorava la loro figlia, sei anni. La tragedia ha raggiunto la sua famiglia residente a Vedano al Lambro, papà Massimo e mamma Rosa, con una telefonata della Farnesina, sabato mattina. Con poche parole e la voce rotta dal pianto, la sorella di Claudio ha confermato la sua tragica scomparsa “siamo straziati, tutte noi famiglie delle vittime siamo distrutti dall’infamia di quei maledetti assassini, ora abbiate pazienza, siamo sconvolti e abbiamo bisogno di pace”. Cappelli, come spesso accadeva da cinque anni, si trovava in Bangladesh insieme ad altri imprenditori, all’Holey Aristan Baker di Dacca, dove sono state uccise venti persone. Attimi di terrore che si possono solo immaginare, finiti in tragedia.

Come riporta l’agenzia Ansa, il Console Generale Onorario ha raccontato di aver conosciuto Cappelli a metà giugno, “entusiasta del suo lavoro” lo ha definito. Lo stesso ha fatto un suo conoscente, che lo ha dipinto come un uomo “riservato, dedito con passione al suo lavoro e alla famiglia”.  Insieme a Cappelli hanno perso la vita Cristian Rossi di Udine, Marco Tondat di Pordenone, Nadia Benedetti di Viterbo, Adele Puglisi di Catania, Simona Monti di Magliano Sabina, Claudia D’Antona di Torino, Vincenzo D’Allesto e Maria Rivoli. Tutti uccisi da un commando che ha risparmiato solo chi è stato in grado di recitare versi del Corano, agli altri sono state inferte coltellate mortali. Unico superstite italiano è Gian Galeazzo Boschetti che, riuscito a fuggire dal locale, ha dato l’allarme. Inutili i tentativi delle forze speciali di negoziare con i terroristi.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi