26 Febbraio 2021 Segnala una notizia
Rivoluzione a Cinque Stelle: a Vimercate vince per un pugno di voti Sartini (VIDEO)

Rivoluzione a Cinque Stelle: a Vimercate vince per un pugno di voti Sartini (VIDEO)

20 Giugno 2016

Clamoroso colpo di scena. A Vimercate, roccaforte del Pd, vince per soli 30 voti Francesco Sartini del Movimento 5 Stelle.

Dopo venti anni di governo del centrosinistra, Vimercate diventa un comune a guida Cinque Stelle. In città hanno votato 10.923 elettori pari al 52,99% degli aventi diritto. Sartini ha vinto le elezioni con il 50,14%, contro il 49,86% di Mariasole Mascia. Una vittoria sofferta fino all’ultima sezione scrutinata, quella di Ruginello.

Sartini non stava più nella pelle quando ha visto comparire sullo schermo del comune il risultato dopo l’ultima sezione scrutinata. In poco tempo sono arrivati i complimenti dei compagni di partito e dei cittadini presenti.

“Non ce l’aspettavamo al primo e neanche al secondo turno questo risultato, adesso inizia la parte dura del lavoro e siamo sicuri di metterci tutto l’impegno possibile – ha affermato Sartini – Terremo conto di tutti i voti dei vimercatesi per amministrare al meglio. E adesso è il momento di festeggiare.”

Grande delusione all’interno del Pd e anche di tutti i rappresentanti delle liste a sostegno di Mascia. Il candidato sindaco del centrosinistra si è presentata in comune per salutare i suoi sostenitori e ha ricevuto il saluto anche di Sartini. Molti gli abbracci dai compagni di partito, oltre che dall’ex sindaco Paolo Brambilla.

“Purtroppo un nostro pezzo di elettorato ha preso altre vie  – ha affermato Mascia – Ora posso solo fare l’imbocca al lupo a Sartini che dovrà anche tenere insieme una maggioranza ottenuta anche con i voti di Forza Italia e della Lega e voglio vedere come farà.”

Una delegazione del Movimento è arrivata nel cortile interno del comune con in testa Sartini e il consigliere regionale Marco Corbetta al grido di “Onestà, onestà”. Dopo è stato il momento dello spumante e dei festeggiamenti andati avanti in un locale del centro fino a tarda notte.

festa movimento 5 stelle a vimercate festa movimento 5 stelle a vimercate1

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. Rinaldo Zorzi dice:

    Sicuramente Mascia è una persona capace e probabilmente onesta, non la conosco personalmente ma non lo letto in dubbio. Ma dal suo commento si capisce che appartiene ad un modo ormai obsoleto di fare politica “Sartini che dovrà anche tenere insieme una maggioranza ottenuta anche
    con i voti di Forza Italia e della Lega e voglio vedere come farà.”
    Certo sarà difficile lo stesso…. ma mi spiace per i vecchi compagni del vecchio PD, Sartini NON dovrà tenere insieme maggioranze improponibili, NON ha mai dovuto chiedere un voto dovendo promettere chissàcosa a un Alfano o a un Verdini…
    Ragazzi, svegliéves che l’é ura…

    • Fabrizio dice:

      Rinaldo, hai espresso quanto volevo scrivere io. Non ho mai simpatizzato per il M5S ma mai avrei votato per chi appartiene a un partito guidato da un cafone illusionista. Come dici tu Sartini non ha mai chiesto voti a nessuno e il M5S si è presentato da solo e non con una coalizione fatta di 4 liste (Partito Democratico, Lista Civica – Mariasole Mascia Sindaco, Sinistra – Sinistra Per Vimercate, Lista Civica – Comunità Solidale). Mi auguro solo che Sartini capisca cosa è riuscito a combinare a Vimercate e che adesso dovrà rispondere non alla Lega e a FI ma, escludendo i voti del primo turno andati al suo movimento da persone simpatizzanti del M5S, a 3.032 persone che lo hanno sostenuto al ballottaggio e quindi superiori ai primi voti ottenuti.

  2. Poveri noi dice:

    non ha perso la candidata in sé, ma la deriva che ha avuto il PD da quando è passato dall’essere un partito all’essere un centro di poteri forti, locali (toscani) e mondiali (gruppo Bilderberg, BCE, mafie varie).
    Io non sono mai stato di sinistra, per cultura ferocemente anti-comunista familiare, ma non posso credere che i rossi di una volta tanto temuti si siano evoluti in questa cosa al servizio delle oligarchie che comandano, ignoti ai più e mai votati, il mondo.

Articoli più letti di oggi