14 Maggio 2021 Segnala una notizia
L'intervista al neo sindaco di Biassono Luciano Casiraghi

L’intervista al neo sindaco di Biassono Luciano Casiraghi

27 Giugno 2016

Biassono da qualche settimana ha un nuovo sindaco. Gli elettori della piccola cittadina brianzola da poco più di 12mila abitanti, hanno scelto  la continuità: al governo per altri 5 anni ci sarà ancora la Lega Nord con Luciano Casiraghi.

Casiraghi ha vinto con il  42,41% dei voti, battendo il candidato del centro sinistra Diego Colombo (Biassono Civica). (Leggi qui tutti i risultati del voto del 6 giugno). Con questi dati Biassono si è confermata roccaforte del Carroccio: Casiraghi, vice-sindaco nella giunta precedente, segue le orme di 20 anni di dominio incontrastato della Lega: dieci anni con Di Biasio e gli ultimi 10 con Malegori.

Casiraghi, 61 anni, sposato con due figli, ex progettista meccanico ora in pensione ha promesso di dedicare tutto il suo tempo alla città:  “Sarò il sindaco di tutti, sarò a tempo pieno, la porta del sindaco sarà sempre aperta” queste le sue prime parole appena eletto il 6 giugno. (VIDEO).

Proclamata la sua squadra di governo, ha voluto al suo fianco come assessori: Alessio Anghileri (Edilizia privata, Urbanistica, Lavori pubblici), Nadia Beretta (Servizi sociali, Pubblica istruzione), Angelo Piero Malegori (Bilancio, Tributi), Sergio Motta (Ecologia, Patrimonio, Trasporti pubblici, Innovazione tecnologica) e Paola Gregato (Cultura, Sport e Tempo libero, Attività produttive e Commercio).

Per conoscere meglio Casiraghi lo abbiamo intervistato e gli abbiamo sottoposto alcune domande per capire cosa farà nei prossimi mesi.

1) Un commento sui risultati. Se l’aspettava la vittoria?

Non avevo nessun dubbio sull’esito delle elezioni, come sezione il nostro obbiettivo era di raggiungere il 40% sono arrivati 2 punti in più e siamo felicissimi di averli ottenuti. Paure non ne abbiamo mai avute di ottenere un risultato negativo, perché l’Amministrazione ha sempre operato nei suoi 4 precedenti mandati con coraggio e onestà, investendo tutte le energie disponibili e la passione per il dei cittadini Biassonesi.

2) Le sue prime azioni da sindaco?

Dal punto di vista burocratico, essendo a conoscenza che con l’elezione del nuovo Sindaco tutti i decreti dei Responsabili di Servizio sottoscritti dal Sindaco pro-tempore sig. Angelo Piero Malegori verranno a scadere, al fine di garantire la continuità della gestione amministrativa e non bloccare l’Amministrazione comunale nemmeno per un sol giorno, il primo atto ufficiale da Sindaco neo-eletto, (ovvero dopo la comunicazione ufficiale della elezione a Sindaco che avverrà dopo la riunione dei Presidenti delle dieci sezioni elettorali del Comune), dovrà essere quello di sottoscrivere in data 06 giugno 2016 i nuovi decreti di nomina, individuando tutti i Responsabili dei Servizi sia del Comune di Biassono, sia dei Servizi dell’Ufficio di Piano che ha sede presso il Municipio di Biassono dall’anno 2013.
Dal punto di vista politico, il primo atto ufficiale da Sindaco, da effettuare lo stesso giorno della nomina, ovvero il giorno 06 giugno 2016 o i giorni successivi, sarà quello di nominare la giunta comunale, individuando per ogni singolo assessore l’assessorato o gli assessorati di competenza ed individuando il Vice-Sindaco che dovrà sostituire il Sindaco in caso di assenza od impedimento.

3) Sicuramente ci sarà continuità con la giunta precedente, ma c’è qualcosa che i suoi precedessori non hanno fatto e lei invece ci tiene invece ad innovare?

E’ necessario, prima di tutto, concludere le opere già avviate e continuare il percorso che ha portato e porterà Biassono a diventare sempre più un paese di riferimento per tutta la Brianza, per il vivere bene, per l’orgoglio ed il senso di appartenenza, condiviso da gran parte dei Cittadini della Comunità Biassonese, un paese a tutti gli effetti ancora “a misura d’uomo”.

4) In campagna elettorale alcuni sui sfidanti hanno parlato, se avessero vinto, di voler mettere mano a un centro paese poco curato negli ultimi anni, lei prevede dei cambiamenti?

Un centro poco curato non è vero, una riqualificazione è allo studio bilancio permettendo.

5) Dal punto di vista della sicurezza, uno dei punti forti della sua campagna, ha già in mente delle azioni concrete?

Compatibilmente con le risorse disponibili a bilancio, verrà potenziata la videosorveglianza sia negli ingressi del paese, sia nelle piazze pubbliche, sia nei cimiteri comunali per evitare i furti di rame ed altro; verrà inoltre potenziata la vigilanza della Polizia Locale nelle ore serali ed anche nelle ore festive, per garantire maggiore sicurezza ai cittadini;

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Simona Sala
Simona Sala tra i fondatori nel 2008 di MB News, responsabile marketing e social manager. La mia passione sono i viaggi e la fotografia, passioni che vanno a braccetto. Ma quando per questioni di tempo non posso andare dove vorrei leggo, leggo, leggo meglio se diari di viaggio o storie di Paesi lontani. Mi piacciono la chiarezza, le persone genuine e la buona cucina.


Articoli più letti di oggi