17 Settembre 2021 Segnala una notizia
Premiazione del Progetto Interforze, "Insieme per la legalità" #fotogallery

Premiazione del Progetto Interforze, “Insieme per la legalità” #fotogallery

31 Maggio 2016

Emozione, partecipazione, creatività e legalità, sono state le protagoniste della premiazione del Progetto Interforze “Insieme per la Legalità” dell’associazione Vittime del Dovere di Monza con le scuole della Provincia di Monza, tenutosi questa mattina presso il Teatro Villoresi di Monza.

Il progetto, ormai appuntamento fisso realizzato in collaborazione con la Prefettura di Monza e Brianza, Polizia di Stato,Arma dei Carabinieri,Guardia di Finanza ed Esercito Italiano (per la prima volta), è stato rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo grado della Provincia di Monza e della Brianza, per un totale di oltre 4200 studenti partecipanti. Le vittime del dovere dal 2007 si impegnano per dare assistenza psicologica e legale ai familiari di appartenenti alle forze armate o dell’ordine e alla magistratura, rimasti uccisi o gravemente feriti durante l’adempimento del proprio dovere. Trentaquattro ore di lezioni svolte, ventuno istituti scolastici interessati, hanno portato alla premiazione degli elaborati conclusivi proposti dai ragazzi sui temi affrontati nei progetti, ovvero: cyberbulling e cyberstalking (Polizia), uso e abuso di alcol e droga (Carabinieri), legalità economica (Guardia di Finanza) e contrasto al terrorismo nazionale ed internazionale (Esercito Italiano).

“Prevenire i comportamenti a rischio, promuovere e rafforzare la consapevolezza che la legalità è il pilastro della convivenza civile, comprendere il ruolo e la funzione delle istituzioni democratiche – ha dichiarato Emanuela Piantadosi, presidente dell’associazione – i ragazzi ci hanno restituito tanto, gli elaborati sono stati tutti esaustivi, creativi ed emozionanti”. Un momento sentito e di festa che ha visto grandi protagonisti proprio i ragazzi destinatari delle borse di studio valide per l’acquisto di materiale didattico (duemila euro in totale). Il Progetto, aderente alla rete di scuole Miur “Più Scuola Meno Mafia”, grazie all’apporto di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Provincia di Monza e Brianza, Comune di Monza, e l’Ufficio scolastico di Monza e Brianza, durante le premiazioni della versione milanese ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Alla manifestazione hanno presenziato il Vice Prefetto Vicario Giulia D’Onofrio, il Consigliere Provinciale Renato Casati, il Commissario Capo David Medori della Polizia di Stato di Monza, il Colonnello Rodolfo Santovito, Comandante Gruppo Carabinieri di Monza, il Colonnello Massimo Gallo, Comandante del Gruppo Guardia di Finanza di Monza e il Colonnello Paolo Santinelli dell’Esercito Italiano.

La Presidente dell’Associazione nazionale Vittime del Dovere, con sede a Monza, grazie al suo continuo impegno nelle scuole e sul territorio, è divenuta membro del comitato tecnico scientifico con funzioni consultive in materia di contrasto e prevenzione dei fenomeni di criminalità organizzata e di stampo mafioso nonché di promozione di cultura della legalità in Regione Lombardia.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi