Quantcast
Monza Montevecchia EcoTrail 2016, vincono Paredi e Giudici #100foto - MBNews
Sport

Monza Montevecchia EcoTrail 2016, vincono Paredi e Giudici #100foto

Sole, fango, guadi. Sport, amicizia, charity. Questi gli ingredienti della Monza - Montevecchia eco Trail 2016. Leggi la cronaca della gara, guada le foto e le classifiche.

momot-2016-mb (156)

Che tifo alla Monza Montevecchia EcoTrail. Sarà forse per questo che nonostante il caldo e il fango (abbondante) in molti, anche oltre il tempo limite massimo per entrare in classifica si sono spinti fino al traguardo.

Sarà forse per questo che due ottimi atleti come Simone Paredi e Giovanni Giudici hanno vinto sul percorso della MoMoT2016 con il bel tempo di 2h 27’,23”. Sarà per questo, ma anche per lo splendido percorso che caratterizza questa competizione a coppie che da cinque anni per volontà del Monza Marathon Team fa rivivere in versione trail una classica degli anni ’60 – ’70.

momot-2016-mb (30)Mettendo in primo piano i risultati sportivi bisogna evidenziare come la gara sia stata più combattuta,, rispetto agli altri anni, proprio sul filo dei decimi di secondo. Proprio come recitano le gare a cronometro. Infatti se i primi sono arrivati con un certo margine, il secondo posto è andato a Mirko Colangelo e a Oscar Perego con il tempo di 2h 31’,11″ che hanno staccato di soli 44″ il duo formato da Fabio Sisti e Lorenzo Leonardi (squadra Ristorante Villa Reale).

In campo femminile successo del duo Barbara Bani e Gloria Giudici con 02h 56’,37”, seconda posizione la coppia Simona Baracetti e Isabella Labonia (con 3h 10’,27”), medaglia di bronzo a Cristina Rizzi e Daniela Gilardi (tempo 3h 14’,54”).

Tra le coppie miste troviamo quelle che sono ormai delle conferme di questa gara: per il terzo anno consecutivo Ivana Iozzia e Mauro Bottura appendono al collo il metallo più prezioso. Ottimo il loro tempo che 2h 32’,51”, che gli è anche valso il 4° posto assoluto. Sempre a loro è andato per le coppie miste, il “trofeo della velocità” e il Gran Premio della Montagna“, che hanno corso più veloci persino della coppia maschile vincitrice assoluta. Loro ci hanno impiegato 16′,53”, Giovanni Giudici e Simone Paredi 17’10”. La miglior coppia femminile nella Cronoscalata è stata invece quelal formata da Barbara Bani E Da Gloria Giudici  in 21’03”.

CLICCA QUI PER GUARDARE TUTTI I VIDEO

Tornando al “Trofeo della velocità”, che è stato assegnato ai podisti più veloci nel primo tratto, lungo circa 5 chilometri, dalla partenza in Villa Reale fino a Cascina Costa Bassa,  i più rapidi sono stati Mirko Colangelo e Oscar Perego per la categoria maschile (16’,37”), tra le donne Simona Baracetti e Isabella Labonia in 20’01”.

momot-2016-mb (62)Il caldo e il fango hanno reso il percorso, già di suo molto duro per i continui cambi di ritmo dettati dai sali e scendi, molto selettivo: otto le squadre che si sono ritirate e 36 quelle che sono giunte oltre il tempo limite massimo imposto dal regolamento Fidal. Queste ultime hanno comunque ricevuto la loro medaglia e il pacco gara, pur non potendo entrare in classifica.

«Nonostante alcune complicazioni nate quest’anno ha trionfato la voglia di correre. Le fatiche sono state ripagate dei molti sorrisi dei runner giunti al traguardo  – ha commentato Andrea Galbiati, presidente del Monza Marathon Team che ha aggiunto – Il fango e il caldo improvviso hanno reso questa edizione più dura, ma tutti hanno dato il massimo chi per arrivare al traguardo, chi per l’ottima riuscita della manifestazione».

Il trofeo Elio e Matteo Trofeo è stato assegnato segnato al finisher più giovane per ricordare altrettanti due giovani atleti, Elio Bonavita e a Matteo Trenti (quest’ultimo figlio di Andrea Trenti, componente del Comitato Organizzatore) prematuramente scomparsi per due incidenti stradali accaduti l’anno scorso a Monza. Il trofeo è andato a Francesca Leo dell’Avis di Seregno 1993. Il premio è stato un modo per ricordarli, ma anche per sottolineare ancora una volta quanto sia importante guidare con responsabilità e nel rispetto di tutti. Presente alla premiazione il padre di Elio Bonavita, Corrado Bonavita.

Infine, premio speciale Saucony alla prima coppia che si è iscritta prima: Andrea Borghi e Dario Rondena.

momot-2016-mb (98)

Confermata la scelta di fare charity, come in ogni edizione della Monza – Montevecchia EcoTrail. Quest’anno gli organizzatori e chi ha partecipato, hanno contribuito a sostenere due progetti scelti dal Comitato Organizzatore. Ben 10mila euro sono stati devoluti. Metà a favore di Art4Sport, l’associazione sportiva che è impegnata ad aiutare i bambini amputati ad integrasi nella società attraverso lo sport; i partecipanti alla quinta edizione della Monza – Montevecchia EcoTrail contribuiranno all’acquisto di due protesi per le gambe di “una guerriera pacifica e silenziosa”, Sara Baldo, colpita da meningite settica, ma che oggi coltiva il sogno di tornare a sciare sul suo amato snowboard. Gli altri 5mila euro a Cancro Primo Aiuto Onlus, che si sta occupando di un’importante raccolta fondi sul territorio di Monza e della Brianza finalizzata all’acquisto di un accelerometro lineare per la cura del cancro per il San Gerardo di Monza, l’ospedale pubblico più importante della città.

La squadra composta dal nostro direttore, Matteo Speziali, e dal suo amico Gianluca Biondi si è piazzata 7° assoluta con il tempo di 2h 41,01″. Un buonissima prestazione che premia mesi di preparazione e la passione per la corsa che da sempre li accomuna.

Clicca qui per vedere
CLASSIFICA_GENERALE MoMot2016
CLASSIFICA_CRONOSCALATA 2016
CLASSIFICA_Tofeo Velocità


commenta