20 Settembre 2021 Segnala una notizia
Incenso tossico, Striscia la Notizia e la Finanza di Monza fermano lo smercio

Incenso tossico, Striscia la Notizia e la Finanza di Monza fermano lo smercio

31 Maggio 2016

Sessanta tonnellate di incenso tossico sequestrato in Brianza, per un valore di oltre quattro milioni di euro, otto persone indagate e quindici segnalate all’autorità giudiziaria monzese.

É l’esito di un’indagine della Guardia di Finanza di Monza, partita da una segnalazione di “Striscia la notizia” (servizio andato in onda ieri sera, 30 maggio). Nel gennaio scorso gli inviati del Tg satirico avevano fatto analizzare alcune confezioni di incenso, provenienti da un grossista con sede in provincia di Monza.

striscia la notzia puntata del 30 maggio 2016 guardia di finanza monza - 1

Dalle analisi era risultato che la composizione degli stessi, una volta avviata la combustione, fosse pericolosa per l’organismo. La segnalazione alle autorità, con tanto di analisi documentali, aveva dato il via al primo sequestro con l’autorizzazione della Procura monzese. Come ha riferito il comandante del gruppo Guardia di Finanza di Monza, Colonnello Massimo Gallo, alle telecamere di Striscia “sono state ripetute le analisi, che hanno confermato la tossicità dei prodotti. Così si é proceduto con i riscontri circa la provenienza di questi ultimi fino all’iscrizione nel registro degli indagati di otto persone. In totale sono state sequestrate sessanta tonnellate di materiale”.

Per conoscere quali prodotti e quale provenienza debba essere controllata per evitare l’acquisto di merce pericolosa, basta digitare “rapex” su Google per risalire all’elenco.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Commenti

  1. MA perchè si deve accorgere striscia di queste cose? Lo sanno tutti che quando ci sono cinesi c’è illegalità e merce scadente…dai ristoranti ai negozi ai “centri massaggi”…possibile che ogni volta si cade dal pero???

Articoli più letti di oggi