18 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Venduta Villa Bagatti a Varedo, quattro indagati per corruzione

Venduta Villa Bagatti a Varedo, quattro indagati per corruzione

19 Aprile 2016

La Guardia di Finanza di Seveso, ha eseguito questa mattina il sequestro preventivo di beni e denaro per 3 milioni di euro, nei confronti soggetti coinvolti nell’acquisizione, da parte del comune di Varedo, di Villa Bagatti Valsecchi, sede di uno dei quattro padiglioni esterni lombardi di  “fuori Expo”.

Secondo le indagini delle Fiamme Gialle, coordinate dal pm monzese Franca Macchia, la vendita dell’immobile da parte di una società milanese al comune di Varedo tramite un consigliere comunale e la perizia di un professionista compiacente, sarebbe stata chiusa per un valore sovrastimato dell’immobile quasi del doppio.

Sono quattro le persone iscritte nel registro degli indagati per corruzione, al termine dell’indagine della Guardia di Finanza di Seveso. Si tratta di due amministratori di un gruppo milanese (le cui società hanno venduto l’immobile al comune di Varedo), di un architetto che ha firmato la perizia di stima del valore della villa (secondo gli inquirenti raddoppiato rispetto a quello reale) e di un consigliere comunale di Varedo. A quanto emerso nel corso delle indagini, iniziate a seguito di una denuncia del Sindaco di Varedo Diego Marzorati,  il consigliere avrebbe operato in conflitto di interessi nel duplice ruolo di consigliere comunale, nonché presidente della Commissione Risorse Territoriale del Comune di Varedo e di consulente incaricato dalla società privata aspirante venditrice del compendio immobiliare, in contrasto con il dovere d’imparzialità. Sempre secondo gli investigatori, al consigliere sarebbero stati corrisposti 300 mila euro in più trance che, per importo e date, avrebbero costituito la tangente relativa alla compravendita.

Il valore esorbitante attribuito all’immobile, venduto nel 2011 per 6 milioni di euro, e secondo gli inquirenti non corrispondente a quello reale, sarebbe emerso da numerosi documenti sequestrati dagli investigatori nel corso delle perquisizioni effettuate. Nel 2009, a quanto si apprende, era stato lo stesso consigliere comunale ad aver valutato, in una “perizia di stima” da lui redatta, il complesso “Villa Bagatti” per un importo di 3 milioni di euro. Il bene, inoltre, era stato assicurato nel 2007 con una polizza contro l’incendio ed RC per un valore ancora inferiore.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi