04 Agosto 2021 Segnala una notizia
Pro Sesto-Monza 1-1. Al "Breda" pubblico da Serie C

Pro Sesto-Monza 1-1. Al “Breda” pubblico da Serie C

11 Aprile 2016

E fanno cinque. Cinque partite consecutive senza vincere. Il Monza non sa più cosa significhi questa parola e i tifosi non ricordano più le sensazioni che si provano quando quegli undici ragazzi con la maglia biancorossa alzano le braccia al cielo dopo il triplice fischio dell’arbitro. Però stavolta non c’è amarezza né delusione, ma la consapevolezza che un punto conquistato allo stadio Breda di Sesto San Giovanni è un punto che vale oro, perché tiene la barca “1912” a galla e l’avvicina all’obiettivo della salvezza, che faticosamente si sta cercando di raggiungere. Anche lo spettacolo è stato accettabile per la categoria, considerando anche il primo caldo che ha messo in difficoltà più di un elemento in campo.

Quella di oggi era una giornata particolare perché il match si giocava davanti a un folto pubblico, stimato in circa 1500 unità, una cornice insolita per la Serie D. Il motivo di questa nutrita, e anche colorata, presenza di tifosi non era il fascino del derby di San Giovanni, ormai sbiadito (anche se non sono mancate le tensioni in tribuna tra gli opposti simpatizzanti), ma l’ingresso gratuito all’evento, deciso dal club biancoceleste per dare maggior risalto all’iniziativa “Con te… un calcio alla disabilità”, organizzata insieme alla società Dinamic Star: si tratta in pratica della nascita della Scuola calcio per ragazzi disabili.

calcio-monza-pro-sesto-breda-pallonicini-mbIl derby tra Monza e Pro Sesto è stata anche l’occasione per una rimpatriata tra “ex”: tra i biancocelesti c’erano Perniola e Martino, tra i biancorossi Cattaneo, l’allenatore Delpiano e il team manager Iacopino. Proprio Cattaneo tornava da un turno di squalifica, dunque D’Angelo si è riaccomodato in panchina. Rispetto alla partita di una settimana prima contro la Bustese Roncalli il tecnico di Pradalunga ha preferito Tripsa a Roveda e Palazzo a Grandi.

 

 

calcio-monza-iacopino-mbIl primo brivido corre sulla schiena dei tifosi sestesi: al 14′, con Cortinovis fuori campo per medicazioni, Palazzo ruba palla a Laribi al limite dell’area, va sul fondo e crossa per Soragna che da terra schiaccia di testa: Perniola respinge sul palo e poi blocca sulla linea. Al 23′ Battaglino, lanciato da Fumagalli, tentenna nella conclusione e alla fine esegue un pallonetto che passa alto sulla traversa. Al 32′ Palazzo, a tu per tu con Perniola, viene fermato per un dubbio fuorigioco. Negli ultimi minuti del tempo il Monza sembra patire la fatica e infatti l’ennesima leggerezza costa cara: è il 45′ quando Sokoli sbaglia un passaggio laterale, Lazzaro intercetta la sfera, allunga verso la porta e batte Ravetta con un diagonale preciso.

calcio-monza-pro-sesto-breda-sab-feste-mbNella ripresa la Pro Sesto cala alla distanza, complice anche la condotta più diligente del Monza. Però al 4’ si mangia l’occasione che avrebbe potuto chiudere la contesa: Colonetti serve in profondità Lazzaro che crossa indietro per l’accorrente Battaglino il quale, appena dentro l’area, calcia al volo scheggiando la traversa. Al 13’ Delpiano inserisce Roveda e Comentale per Sokoli e Romeo. Al 16′ e al 23’ Perniola neutralizza due conclusioni di D’Errico e Uliano. Al 26’ l’allenatore biancorosso prova la carta Grandi al posto di Uliano e l’attaccante giubilato dopo le ultime pessime prestazioni si rivela decisivo. Al 35′ fa le prove del gol: Cattaneo lancia in profondità per Soragna che fa sponda per Grandi bravo a colpire al volo centrando però la traversa. 1’ dopo la punta camuna pareggia comunque le sorti dell’incontro deviando, in sospetta posizione di fuorigioco, un tiraccio nel mucchio di D’Errico. Durante i minuti di recupero gli ospiti brianzoli mostrano di volersi accontentare e così l’1-1 non fa male a nessuno.

calcio-pro-sesto-monaco-mbIn sala stampa l’allenatore della Pro Sesto, Francesco Monaco, si dichiara soddisfatto: “Abbiamo disputato un’ottima gara nel primo tempo, quando siamo stati più incisivi, ma nella ripresa, dopo il 2-0 mancato da Battaglino, hanno fatto meglio loro anche perché abbiamo sofferto il primo caldo. Alla fine il pareggio è giusto, pur se rivedendo le immagini televisive mi è sembrato che Grandi fosse in fuorigioco”.

 

 

calcio-monza-grandi-mbPer il Monza ha parlato Daniele Grandi, che ha interrotto l’astinenza da gol dopo parecchio tempo: “Per come è andata la partita è giusto il pareggio. A tratti hanno giocato meglio loro, mentre nella seconda parte siamo andati meglio noi. Mi sembra che il primo caldo l’abbia sofferto di più la Pro Sesto: noi ci siamo ben preparati con un richiamo durante la sosta di Pasqua. È vero che troviamo più energie solo quando ci troviamo in svantaggio e la cosa è paradossale. Oggi è stata una bella giornata anche perché il pubblico è stato numeroso e i nostri tifosi sono stati fantastici come sempre, incitandoci fino all’ultimo. Pure l’anno scorso, in una situazione surreale, non è mai mancato il loro apporto. Quest’anno ci hanno criticato, me se i risultati non ci danno ragione è comprensibile che lo facciano. Però credo che adesso ci stiamo riprendendo. Il mio gol? Su un calcio di punizione la palla è finita a D’Errico che ha tirato di prima e io, mentre mi toglievo dalla posizione di fuorigioco, mi sono inserito per deviarla: è andata bene”.

Grazie a questo pareggio il Monza è risalito in undicesima posizione. Nella quart’ultima giornata di campionato, domenica prossima alle ore 15, ospiterà il Fiorenzuola.

Un triste amarcord è quello seguito nei giorni scorsi alla diffusione della notizia del ritrovamento del corpo senza vita in Francia del 43enne senegalese Joachim Fernandez, ex giocatore, tra le altre, di Bordeaux, Caen, Udinese, Monza, Tolosa e Dundee United. Il cadavere di Fernandez è stato scoperto avvolto tra le coperte in un hangar abbandonato, dunque è morto da clochard. Nel Monza trascorse una stagione e mezza, dall’inverno 1997 all’estate 1999, raggranellando solo 3 presenze in Serie B e 2 in Coppa Italia anche a causa di un grave infortunio.

 

PRO SESTO-MONZA 1-1 (1-0)

PRO SESTO (4-3-2-1): Perniola; Erba, Cortinovis, Ferri, Sala; Fall M. (47′ s.t. Martino), Fumagalli, Laribi; Battaglino (26′ s.t. Corti), Colonetti (33′ s.t. Comi); Lazzaro. A disp.: Favretto, Conte, Gaiotto, Fall A., Gobbi, Ianni. All.: Monaco.

MONZA (5-3-2): Ravetta; Tripsa, Molnar, Cattaneo, Sokoli (13′ s.t. Roveda), Cochis; D’Errico, Romeo (13′ s.t. Comentale), Uliano (26′ s.t. Grandi); Palazzo, Soragna. A disp.: Radaelli, D’Angelo, Perini, Lombardi G., Capelli, Achenza. All.: Delpiano.

ARBITRO: Votta di Moliterno.

MARCATORI: 45′ p.t. Lazzaro, 36′ s.t. Grandi.

NOTE: calci d’angolo 2-7; ammoniti Sala, Cortinovis, Laribi, Sokoli e Cattaneo; recupero 1′ e 5′; spettatori circa 1500.

 

calcio-pro-sesto-ultras-mb

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi