31 Luglio 2021 Segnala una notizia
Monza, con il motorino sul marciapiede: in tasca documento di guida falso

Monza, con il motorino sul marciapiede: in tasca documento di guida falso

12 Aprile 2016

In sella al suo motorino circolava come se nulla fosse sul marciapiede: in tasca documento di guida falso. Questo è quanto accaduto ieri a Monza, in via XX Settembre. Sono da poco passate le ore 16 quando un agente a piedi della Polizia Locale, durante il suo turno di pattugliamento, si è accorto del ciclomotore tra i passanti.

Fermato immediatamente il centauro, un uomo del ’78 originario del Pakistan ma residente ad Arese, ha mostrato all’agente i documenti di identità e di guida. Tutto regolare tranne il permesso di guida internazionale che, a prima vista, ha insospettito il vigile. Sono così partiti gli accertamenti per capirne o meno la validità. E’ stato allora che due concittadini dell’uomo si sono avvicinati e, tra le urla, hanno sostenuto come non fosse corretto chiedere i documenti personali all’amico.

I toni accesi hanno fatto si che intervenisse una pattuglia alla cui vista i due uomini si sono dileguati facendo perdere ogni traccia di sè. Sul posto è rimasto solo il proprietario del motorino che è risultato essere in possesso di un documento  di guida falso. Multato e denunciato, gli è stato inoltre sequestrato il mezzo sul quale viaggiava.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Commenti

  1. Dunque ricapitolando, 3 vigili sono riusciti a farsi scappare a piedi 2 pakistani. è corretto? e poi ci stupiamo se sulle strade c’è il far west e tutti parlano al cellulare e non rispettano le precedenze…vamos! assessore ci sei? SVEGLIA

Articoli più letti di oggi