Sport

La Serie A scende in campo con le Vittime del Dovere

Si tratta di una giornata di campionato speciale, poiché dedicata proprio a coloro i quali, in nome dello Stato italiano, hanno donato la propria vita.

CALCIO

“La vita è come lo sport, passione e rispetto per le regole. Entra anche tu nella squadra della legalità, la vittoria sarà di tutti”. E’ questo il forte messaggio messo in campo dall’Associazione Vittime del Dovere che, in collaborazione con la Lega Serie A e con il patrocinio dell’Associazione Italiana Arbitri, sarà grande protagonista degli incontri calcistici che si disputeranno il prossimo 9, 10, e 11 aprile 2016 in tutti gli stadi italiani.
Dopo il grande successo riscosso nel 2014 e nel 2015, anche quest’anno l’Associazione Vittime del Dovere ha il piacere di divulgare l’importante iniziativa legata al mondo del pallone. Si tratta di una giornata di campionato speciale, poiché dedicata proprio a coloro i quali, in nome dello Stato italiano, hanno donato la propria vita perseguendo gli alti valori di giustizia e legalità.
Lo sport è da sempre un potente mezzo per innescare dinamiche di cambiamento, ed è da questa idea che è nato il connubio con la Onlus. Il mondo del calcio, così vicino alla gente, amato ed apprezzato soprattutto dai giovani, si è rivelato, infatti, l’ambito migliore per divulgare le finalità benefiche del lavoro dell’Associazione Vittime del Dovere, ovvero ricordare gli uomini e le donne caduti o rimasti invalidi per servire lo Stato.
Nel corso del pre-partita sarà trasmesso un video sul maxi schermo presenti negli stadi, quale espressione di vicinanza del mondo del calcio al valore del rispetto delle regole. Un valore, questo, tanto caro all’Associazione che da anni si impegna, a carattere nazionale, in modo tenace, perseguendo esclusivamente finalità di solidarietà sociale, affinché sia consolidata una legislazione equa e rispettosa della memoria delle Vittime del Dovere e siano garantite adeguate tutele alle famiglie dei caduti e agli invalidi.
Inoltre una “squadra” di bambini porterà in campo uno striscione raffigurante il logo dell’Associazione mentre sarà letto il seguente testo:

“Si tratta di un’importante occasione per far conoscere l’operato svolto dall’Associazione Vittime del Dovere e per diffondere il messaggio di rispetto dei valori di legalità e giustizia anche in ambito sportivo. Il fatto che l’iniziativa venga svolta anche nell’anno in corso, dimostra che abbiamo già vinto la nostra sfida: porteremo i nostri ideali anche laddove “la divisa” non sempre è vista con il dovuto rispetto”, ha dichiarato il presidente dell’Associazione Vittime del Dovere, Emanuela Piantadosi.
L’Associazione Vittime del Dovere, a carattere nazionale, conta più di 500 famiglie sul territorio nazionale e si impegna da anni in modo tenace e fattivo al fine di ricordare chi ha sacrificato la propria vita per la Nazione, sostenere e tutelare i congiunti delle vittime e promuovere progetti di educazione alla cittadinanza e alla legalità nelle scuole.

commenta