Ambiente

BrianzAcque: c’è l’ok per la costruzione della vasca volano di Nova Milanese

Sarà l’invaso coperto più grande del territorio e un’opera di rilevanza intercomunale. BrianzAcque sosterrà per intero i quasi 8 milioni e mezzo di costi previsti.

boerci-bybrianzacque

Si avvia alla conclusione il percorso per la realizzazione dell’attesa vasca volano, a Nova Milanese. Dopo il via libera del Consiglio di Amministrazione,  in serata, anche l’assemblea dei soci di BrianzAcque ha approvato all’unanimità  il progetto esecutivo per la realizzazione del mega  bacino di laminazione che farà fronte alle ripetute esondazioni e  allagamenti nella zona di via per Incirano e Garibaldi, apportando benefici anche alle reti fognarie di Monza e Muggiò.

Come prossimo e ultimo passaggio,  BrianzAcque, gestore unico del servizio idrico intergrato sul territorio,  bandirà subito la gara pubblica per appaltare l’esecuzione dell’opera che,  stando alle risultanze del quadro economico, comporta per la casse della local utility dell’idrico un costo di 8 milioni e 400 mila euro.

“Quest’infrastruttura rappresenta il superamento di una criticità storica – ha dichiarato il Presidente di BrianzAcque, Enrico Boerci –  Con 44 mila metri cubi di volume, sarà la vasca volano coperta più grande esistente sul territorio, un’opera di pubblica  ad alto impatto ingegneristico e di rilevanza sovra comunale. La sua realizzazione comporta un investimento consistente di cui BrianzAcque si farà totalmente carico utilizzando  i fondi introitati con le tariffe idriche pagate dai cittadini”.

Per costruirla, collaudarla e seguirne la gestione iniziale occorreranno in totale circa due anni e mezzo dall’inizio lavori.  In base al cronoprogramma, i primi 18 mesi serviranno per la realizzazione dell’invaso in cemento armato e per l’avvio dell’opera.

Nova-Milanese-Vasca-VolanoIl mega invaso troverà spazio nella zona industriale  di Nova Milanese, a sud est del territorio comunale, in prossimità dell’ingresso alla Tangenziale Nord: un rettangolo di 72 metri per 70, profondo 8,8 metri con un volume utile di 44 mila metri cubi d’invaso.  All’interno, sarà divisa in due comparti: uno più piccolo, adibito a invaso frequente e volume di prima pioggia, l’altro più grande, pensato come vera e propria vasca di laminazione in grado di svuotarsi in un arco medio di 48 ore. L’obiettivo dell’intervento è quello di garantire un adeguato recapito alla portate fognarie in modo che, quando piove intensamente, i problemi di insufficienza idraulica vengano contrastati in maniera drastica.

Una volta conclusa, la vasca volano verrà collegata alla rete comunale attraverso due tubazioni: una, posta  lungo  via per Cinisello, all’incrocio con via Vesuvio e via per Cinisello  e l’altra,  a partire dall’incrocio con via Brodolini e via Rossini, il cui primo tratto, lungo 420 metri degli 800 complessivi, è già stato messo a punto nel 2011.

Infine, per alleggerire il sovraccarico idraulico del collettore principale Monza- Muggiò,  BrianzAcque  attuerà la rimodulazione delle portate dei reflui in transito attraverso due nodi di regolazione muniti di paratoie e valvole. Un accorgimento che migliorerà la capacità di collettamento  con benefici estesi anche al funzionamento dei sistemi fognari dei territori  di Monza e Muggiò.

Mappa gentilmente concessa da Brianzacque

commenta