Quantcast
Elezioni comunali a Desio: Corti ci riprova, chi sono i suoi avversari? - MBNews
Politica

Elezioni comunali a Desio: Corti ci riprova, chi sono i suoi avversari?

Il 5 giugno prossimo Desio sarà uno degli otto comuni brianzoli che chiameranno i cittadini alle urne. Ma tra quali candidati sindaci potranno scegliere gli elettori?

desio-comune-mb

Il 5 giugno prossimo Desio sarà uno degli otto comuni brianzoli che chiameranno i cittadini alle urne. Ma tra quali candidati sindaci potranno scegliere gli elettori?

Per il centrosinistra il nome caldo è quello di Roberto Corti del Partito Democratico, già primo cittadino dal 2011. Il sindaco attualmente in carica correrà per il secondo mandato all’interno di una coalizione, che oltre al PD, sarà formata da La Sinistra per Desio e la lista civica Desio Viva.

Uomo da sempre vicino al mondo del volontariato, Corti si affaccia alla politica negli anni 90’ per poi tornare come consigliere d’opposizione nel 2005. Ma è nel 2011, dopo gli scandali che coinvolgono la giunta Mariani nell’inchiesta legata all’’operazione antimafia Infinito, che Corti indosserà per la prima volta la fascia tricolore. Come lui stesso ci spiega nel corso di un’intervista: “Il rispetto per le regole, la trasparenza, e il coinvolgimento diretto della cittadinanza anche attraverso i comitati di quartiere da noi istituiti, sono stati i nostri principali obiettivi durante questo mio primo mandato”. Roberto Corti sintetizza così i suoi primi 4 anni da sindaco di Desio, soffermandosi poi sul rilancio di alcune strutture pubbliche: vedi ad esempio il PalaBancoDesio e Villa Tittoni.

Dall’altra parte della barricata, il centrodestra ha ufficializzato il nome di Massimo Zanello, Lega Nord, che correrà nella coalizione formata da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Desio al Centro e La nostra Desio. Uno schieramento che va quindi a definirsi in vista del voto. Le forze oggi all’opposizione sono riuscite a portare positivamente a termine un dialogo non semplice, ma che permetterà loro di arrivare alle elezioni uniti sotto un’unica bandiera.

Zanello è uomo di grande esperienza a livello politico. Dal 1988 in avanti ricopre in modo più o meno continuativo incarichi importanti tra amministrazione Locale, Provincia e Regione. Dal 7 luglio 2006 diventa Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia. Oggi per lui si apre una nuova sfida, quella che lo vedrà in lizza come candidato sindaco per il Comune brianzolo di Desio.  Per Zanello, milanese doc, sarà ancor più dura conquistare la fiducia degli elettori desiani, anche se come lui stesso ci ricorda: “Con Desio ho un rapporto che va avanti da anni. Sono state numerose in passato le iniziative a favore del comune brianzolo che mi hanno visto tra i protagonisti. Sono comunque intenzionato, insieme alla mia squadra, ad aprire un dialogo vero con i cittadini”. I punti fermi del programma di Zanello restano sicurezza, legalità e cultura. “Premeremo molto sulla cultura- ci spiega il candidato del centrodestra-Vorremmo infatti far riconoscere le architetture del Piermarini  patrimonio dell’ UNESCO”.

Il Movimento 5 Stelle presenterà invece Sara Montrasio, già oggi consigliere comunale. A Desio la conoscono soprattutto per la battaglia contro l’inceneritore, portata avanti insieme a Giammarco Corbetta e all’avvocato Licia Battistini. “Noi a differenza di tutti gli altri ci batteremo per un contatto diretto con il cittadino- ci rivela Montrasio- Tentando di affiancare figure professionali a chi ad esempio fa fatica a trovare un posto di lavoro. Crediamo tanto in una gestione del turismo diversa. Cercheremo di trasformare Desio in un polo in grado di attrarre un numero sempre maggiore di visitatori”.

Importante ricordare come non ci saranno le primarie per le liste civiche. Notizia questa, uscita proprio negli ultimi giorni. Le due Liste più rappresentative saranno: “Per Desio”, guidata da Simone Gargiulo, e un’altra lista, rappresentata dall’ex assessore allo sport, tempo libero, commercio ed eventi, Paolo Smorta. Entrambi sono più o meno recentemente entrati in “polemica” con l’attuale sindaco Corti. Gargiulo ha rivolto accuse all’amministrazione desiana sul tema delle rette delle mense scolastiche. Mentre Smorta è stata licenziato dall’incarico di assessore, proprio a seguito di una fuga di notizie che lo indicava come il possibile candidato di una nuova lista civica, concorrente alla candidatura di Corti.

Il sindaco in carica, a meno di due mesi dalle elezioni, progetta la volata che lo potrebbe portare a sedere per la seconda volta sulla poltrona più importante del Comune di Desio. La gara però è appena iniziata e le opposizioni di faranno sentire. I colpi di scena come sempre non tarderanno ad arrivare.

commenta