12 Novembre 2019 Segnala una notizia
Il futuro di Nokia a Vimercate: in arrivo i lavoratori della sede di Cassina de Pecchi

Il futuro di Nokia a Vimercate: in arrivo i lavoratori della sede di Cassina de Pecchi

31 Marzo 2016

Dopo il passaggio di Alcatel-Lucent sotto Nokia sembrano essersi spenti i riflettori sul quartier generale di Vimercate. Ma qualcosa sembra comunque muoversi.

Dopo l’annuncio avvenuto nella primavera dell’anno scorso il passaggio è avvenuto ufficialmente nel gennaio del 2016 con la comparsa anche all’esterno dell’azienda all’Energy Park delle insegne di Nokia. Un’acquisizione quella effettuata da parte di Nokia che si sta ancora attuando all’interno del moderno edificio di Vimercate, ma che lascia a sindacati e alle Rsu ancora diversi dubbi sul futuro dei dipendenti: “Ad oggi annunci concreti su prospettive per i prossimi mesi e sul piano industriale di Nokia non ci sono ancora – afferma Gigi Redaelli segretario FIm-Cisl Brianza e Lecco – noi abbiamo chiesto incontri nel breve periodo anche al Minsitero per capire l’evoluzione della situazione, ma per ora non abbiamo avuto alcuna risposta. Parlando con le rsu di Nokia abbiamo avuto un feedback negativo riguardo i rapporti sindacali fra la proprietà e i rappresentati interni. Il rapporto posso dire che è peggiorato rispetto a quanto accadeva in Alcatel-Lucent.”

Ciò che preoccupa i sindacati sono le prospettive di occupazione che l’azienda intende mantenere in Italia e l’arrivo nella sede di Vimercate dei circa 300 addetti presenti nella sede di Nokia di Cassina de Pecchi: “Con l’arrivo di nuovi ingegneri e figure professionali dalla sede Nokia di Cassina de Pecchi, che verrà chiusa, si potrebbero avere a Vimercate due lavoratori per lo stesso ruolo – continua Redaelli – una situazione che ci preoccupa e che potrebbe portare a tagli sul personale come già avvenuto in precedenza all’indomani di fusioni e di acquisizioni fra due grandi realtà.”

Ad oggi nella sede di Vimercate lavorano circa 800 persone suddivise nei vari reparti del nuovo stabile che si affaccia sulla strada provinciale fra Vimercate e Concorezzo.

“Dagli anni ’90 ad oggi la situazione è cambiata moltissimo e dai 16mila addetti di più di venti anni fa, oggi ce ne sono meno di mille” – conclude Redaelli.

 

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi

Monza, pulizia d’autunno al deposito veicoli abbandonati della polizia locale

Negli anni sono stati accatastati 33 fra autoveicoli e motocicli e 29 biciclette che nessuno a ha rivendicati. Saranno demoliti

Addio al giudice Giuseppe Airò: era da 40 anni in servizio al Tribunale di Monza

E' deceduto oggi il giudice del Tribunale di Monza Giuseppe Natalino Airò. Sessantotto anni, dagli anni Ottanta in servizio a Monza. Era da alcuni mesi assente dal lavoro per problemi di salute.

Incendio al castello di Sulbiate: arrestata l’autrice del rogo

E' finita in manette l'autrice dell'incendio al castello di Sulbiate: si tratta di una donna italiana, impiegata, residente nella periferia ovest di Milano. Il movente è passionale.

Artigiano in Fiera: novità 2019 accesso gratuito con pass. Scopri come ottenerlo

Appuntamento dal 30 novembre all'8 dicembre nei padiglioni di Rho Fiera con apertura tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.30.

Concorezzo, violenta lite tra due donne fuori da un locale: una finisce in ospedale

Violenta lite tra due donne di nazionalità ecuadeoregna, a Concorezzo, fuori da un locale. Una delle due ha avuto la peggio ed è finita in ospedale in codice giallo.