14 Aprile 2021 Segnala una notizia
Seregno, un «operatore di rete» contro la violenza sulle donne

Seregno, un «operatore di rete» contro la violenza sulle donne

16 Febbraio 2016

La Città di Seregno è in prima linea nella lotta contro la violenza alle donne, un fenomeno drammatico che ha delle proporzioni enormi». Così Ilaria Anna Cerqua,Presidente dell’«Ambito di Seregno» e Assessore ai servizi sociali, presenta il rinnovo dell’accordo con Regione Lombardia sul progetto «Diade» («Deployment of Intervention Against Domestic Violence»).

«Lo sviluppo di azioni di contrasto alla violenza di genere è un intervento prioritario del programma dell’Amministrazione e del Piano di Zona triennale, spiega laria Anna Cerqua.

L’obiettivo è realizzare dei percorsi personalizzati di uscita dalle situazioni di rischio e violenza affinché nessuna donna sia lasciata sola e possa trovare qualcuno pronto ad ascoltarla e ad accoglierla.

Gli obiettivi del progetto per il 2016 sono la nomina di un «operatore» di rete e la formazione nei confronti degli operatori. Il progetto «Diade» nasce per sviluppare la rete «Artemide», attiva da cinque anni, implementando la nascita di punti d’ascolto e centri antiviolenza. A breve sarà nominato un «operatore di rete» che avrà un ruolo di riferimento informativo e di snodo comunicativo per gli operatori della rete «Artemide» e per le donne, garantendo la continuità tra l’intervento di accoglienza e un eventuale percorso personalizzato.

«È importante – prosegue l’assessore – investire sulla formazione per consolidare le conoscenze sui fenomeni della violenza domestica affinché gli operatori siano messi nella condizioni di intervenire in modo efficace. Per dare una risposta reale è fondamentale il ruolo dell’operatore di rete». Saranno quattro gli incontri destinati aglioperatori sociali, sociosanitari (consultori, «Sert», «Noa», «Cps»), forze dell’ordine, medici di medicina generale e pediatri di base, operatori e volontari del terzo settore dell’«Ambito di Seregno» (composto daBarlassina,Cogliate,Giussano, Lazzate,Lentate sul Seveso,Meda, Misinto,Seveso e, appunto,Seregno). Il percorso di formazione si svolgerà in sala «Monsignor Gandini» il 3, 11, 15 e 22 marzo dalle 9 alle 13.

I docenti degli incontri sono: il dottor Alessandro Pepè, Sostituto Procuratore della Repubblica presso la Procura di Monza, la dottoressa Marialuisa Carta e la dottoressa Cristina Frasca del «Cadom» di Monza (Centro Aiuto Donne Maltrattate).

Per iscriversi ai corsi di formazione bisogna mandare una mail entro il 22 febbraio a [email protected], indicando nome, cognome, qualifica ed ente di appartenenza.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi