22 Novembre 2019 Segnala una notizia

Emergenza siccità: nel Molgora c’è solo l’acqua scaricata dai depuratori

2 Febbraio 2016

Il Consorzio del Parco del Molgora lancia un grido di allarme per la situazione preoccupante del torrente negli ultimi mesi.

A causa della persistente siccità in tutta la Lombardia i corsi d’acqua e anche il Molgora e il Molgoretta stanno vivendo un periodo veramente difficoltoso e a farne le spese non è solo l’aspetto che ogni giorno si presenta agli occhi del cittadino, ma anche tutto l’ecosistema del parco. I pesci che avevano ripopolato il corso d’acqua sono scomparsi e con essi anche i loro predatori. Ormai con l’assenza di acqua le uniche fonti di approvvigionamento sono diventati gli scarichi dei depuratori che scaricano nel letto del torrente:

“Una situazione intollerabile – ribadisce Luigi Villa, presidente del Parco – I gestori dei depuratori devono rendersi conto che a valle dei loro impianti vi sono importanti ecosistemi, facilmente danneggiabili”.

depuratore-vimercate-molgor

Il Parco, su mandato dei Comuni consorziati, sta per indire una Riunione tecnica d’emergenza a cui convocare tutte le autorità preposte. Nel frattempo ha effettuato un monitoraggio di tutti gli scarichi segnalati ufficialmente e non, in maniera da circoscrivere eventuali altri fonti inquinanti.

Le immagini inviate dal consorzio rendono in pieno la situazione che si ha sotto gli occhi: schiuma, odori maleodoranti e animali totalmente scomparsi. La situazione si è ulteriormente aggravata nella settimana dopo l’Epifania, quando la rottura di un tubo nell’impianto di depurazione di Osnago, ha provocato per un’intera settimana lo sversamento direttamente nel Molgora delle acque di fogna non depurate dei comuni di tutti i comuni in Provincia di Lecco posti a monte.

depuratore-osnago

“E’ necessario che gli enti gestori dei depuratori, ARPA Lombardia, ATS (Agenzie di tutela della salute, ovvero le ex ASL) di Brianza e della Città Metropolitana si riuniscano urgentemente per prendere atto della gravità della situazione e adottino opportune soluzioni perché tali evenienze non siano a ripetersi in futuro – continua il presidente Luigi Villa – Il Molgora, fino a pochi anni fa praticamente privo di vita, era decisamente migliorato negli ultimi tempi, grazie anche ad un pluridecennale sforzo di collettamento delle condotte fognarie ai depuratori. I pesci erano tornati dopo cinquant’anni a popolare tutto il corso d’acqua con un conseguente miglioramento dell’intero ecosistema circostante e della sua biodiversità. Ne è una riprova la presenza del Martin pescatore, tornato a nidificare lungo le sponde del Molgora, anche grazie ad interventi mirati realizzati dal Parco. Il lavoro di decenni rischia però ora di essere vanificato”.

molgora-pessano

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. Giuseppe dice:

    Pochi mesi fa avevo visto con piacere tornare i pesci nel Molgora e mi era capitato di vedere un Martin pescatore all’opera tra Carnate e Vimercate. Una bella sorpresa! Poi in poco tempo si è creata di nuovo una situazione di degrado con schiuma sulla superficie dell’acqua, odore di fognatura e scomparsa improvvisa dei pesci.

    Mi chiedo se non sia possibile creare a valle degli impianti di depurazione dei grossi “stagni” o vasche piene di piante adatte alla filtrazione delle sostanze organiche rimaste nelle acque di scarico. Non dovrebbe essere un costo esorbitante e migliorerebbe la situazione, visto che non si puo’ contare sull’apporto di acqua piovana per alimentare il Molgora. In Italia abbiamo varie ditte esperte nel settore della “bioremediation” che potrebbero dare consigli.

    E’ un vero peccato perdere l’occasione di ripristinare questo angolo di natura rimasto in mezzo al contesto urbanizzato o agricolo della Brianza

Articoli più letti di oggi

Artigiano in Fiera: novità 2019 accesso gratuito con pass. Scopri come ottenerlo

Appuntamento dal 30 novembre all'8 dicembre nei padiglioni di Rho Fiera con apertura tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.30.

Meno sicurezza in Brianza: chiude il distaccamento della Polizia stradale di Seregno

A rischio la sicurezza della Brianza: è stata annunciata la chiusura del distaccamento della polizia stradale di Seregno. La notizia è stata diffusa dal senatore Emanuele Pellegrini e dal consigliere regionale Alessandro Corbetta.

Luci, musica e spettacoli al “Christmas Village” di Monza

L’amministrazione comunale ha iniziato ad addobbare il centro storico e le decorazioni svettano già nelle principali arterie cittadine.

Monza e Brianza che fare questo weekend? Ecco gli eventi scelti per Voi!

Feste, spettacoli teatrali, concerti, mostre...ecco la nostra selezione di eventi!

Trascina la ex in un casolare e la violenta sotto minaccia di un coltello: arrestato 30enne

Un uomo di 30 anni è finito in manette con l'accusa di violenza sessuale ai danni di una ragazza di 20 anni connazionale: ad arrestarlo, nella giornata di mercoledì, i Carabinieri di Desio.