19 Settembre 2020 Segnala una notizia
Chioschi a Monza, il fronte del no fa partire la raccolta firme

Chioschi a Monza, il fronte del no fa partire la raccolta firme

20 Febbraio 2016

Dopo la lettera di protesta e la richiesta di intervento della Soprintendenza di Milano, ecco la raccolta di firme. Le associazioni culturali che dallo scorso autunno si stanno battendo contro il progetto “Chioschi in città” hanno intenzione di utilizzare tutti gli strumenti a loro disposizione per bloccare l’installazione dei dehors della discordia.

Nella Saletta reale della stazione Fs hanno convocato venerdì mattina una conferenza stampa per annunciare il via libera alla petizione, che contano di presentare al sindaco, Roberto Scanagatti, subito dopo Pasqua.

Sul banco degli accusati si trova il progetto varato dalla giunta la scorsa estate che prevede l’installazione di chioschi turistico – commerciali fra la stazione ferroviaria e Villa Reale, lungo una linea ideale che segue sostanzialmente il Lambro. Obiettivo del Comune è favorire la valorizzazione del centro storico (leggi tutti i dettagli qui), ma secondo le associazioni le installazioni finirebbero per deturpare vie e piazze. Gli esempi, secondo gli esponenti delle associazioni, non mancano: piazza Carrobiolo e i Boschetti reali in modo particolare.

“I dehors finiranno per essere causa di degrado e sporcizia – hanno commentato in corso gli esponenti delle associazioni -. Ne sono previsti addirittura due nei Boschetti, sui quali per altro è già stato previsto un piano generale di riqualificazione. Qualcosa chiaramente non torna. A cosa servono questi chioschi? Il progetto è molto fumoso e serve chiarezza”.

 

Foto aggiornata il 22 febbraio 2016

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. MassimoC dice:

    Quanta malafede.
    I chioschi deturperebbero il decoro della città? E com’è che quando sono arrivate le ruspe in piazza Trento per abbattere un edificio storico nessuno ha mosso un dito? Sicuri che l’edificio che lo andrà a sostituire sarà ricostruito identico? Per non parlare poi del palazzo Upim… perchè, a parte in periodo di campagna elettorale, nessuno ricorda che il PGT Benevolo ha previsto l’abbattimento di quell’ecomostro?
    Se la prendono con dei chioschetti assolutamente innoqui (che peraltro, come stile architettonico, mi sembra che si inseriscano perfettamente nel tessuto circostante), che offrono un servizio in più ai cittadini.
    Magari ne mettessero uno in ogni giardinetto pubblico della città, ci sarebbe molto più controllo contro i teppistelli che distruggono le giostre per i bambini!
    Ah dimenticavo: in piazza Upim esiste un chiosco già da anni, quello dell’ex gelateria Barbieri (adesso non so chi ci sia dentro…): com’è che nessuno ha mai avuto da ridire su questo?

Articoli più letti di oggi

Monza capitale del buon vino: al via Monza Wine Experience

Fino a domenica protagonista in città la manifestazione che ha come protagonista il vino.

Arcore: tre giorni di festa in Villa Borromeo d’Adda

Moltissime le attività e le iniziative in programma da sabato 19 a lunedì 21 settembre, il tutto in massima sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti.

“Ciàpa sü e porta a cà”: il primo gioco in scatola sulla Brianza. L’idea di due giovani concorezzesi

L'uscita del gioco è prevista per fine ottobre.

Incidente mortale in Valassina, arrestato il pirata della strada

L'autore del sinistro, invece che prestare soccorso, è scappato a piedi. Mentre era diretto verso la propria casa gli uomini della caserma di Muggiò lo hanno individuato e arrestato.   

Villa Reale chiusa, Cgil Monza e Brianza: “Le istituzioni tutelino i lavoratori”

Il sindacato scende in campo al fianco dei dipendenti di "Cultura Domani", la società che per conto del concessionario privato gestisce parte del monumento, a casa da mesi senza stipendio.