Politica

Beppe Sala a Monza: “Insieme a Milano per rilanciare il Paese”

Il candidato sindaco Pd del capoluogo lombardo è intervenuto a un incontro all'Urban center sul tema riforme istituzionali.

aree-vaste-incontro-5-mb

“Milano e la Brianza si devono caricare sulle spalle il resto del paese”. Parole di  Giuseppe Sala, il candidato sindaco di Milano del Pd giunto sabato pomeriggio a Monza per un incontro all’Urban Center. A fare gli onori di casa, oltre al sindaco, Roberto Scanagatti, anche Gigi Ponti, il presidente della Provincia. Delicato e sentito il tema dell’incontro: le riforme istituzionali, il futuro delle Province e i rapporti fra Milano e il territorio.

Per usare le parole di Scanagatti, la scommessa sul futuro della Provincia brianzola e dei rapporti con Milano, non è sul contenitore, ma sui contenuti. In altre parole, ciò che servono sono servizi efficienti e puntuali per permettere al territorio di riprendere quota e di farla riprendere anche al resto del Paese.

“Credo che il tema del territorio allargato sia centrale – ha spiegato Sala -. I numeri pongono quest’area quasi al di fuori dell’Italia per numero di aziende, artigiani, associazioni attive nel terzo settore e università”. La chiave è un’integrazione sempre più stretta fra Milano e tutto ciò che la circonda. A partire dal fronte trasporti. “Serve un biglietto unico per tutti i trasporti – ha concluso l’ex commissario d Expo -. Ogni giorni a Milano entrano circa 500 mila auto per uso privato, ma ci sono più di 80 tariffe diverse per il trasporto pubblico. La gente che viene a lavorare a Milano vuole un biglietto solo”.

commenta