22 Aprile 2021 Segnala una notizia
Vendita Acsm - Agam, due milioni e mezzo di buone "azioni"

Vendita Acsm – Agam, due milioni e mezzo di buone “azioni”

29 Dicembre 2015

Una consistente iniezione di liquidità. Grazie alla vendita delle azioni Acsm – Agam, gli affanni economici in cui si dibatte la giunta municipale possono godere di un momentaneo sollievo. L’operazione di vendita ha infatti fruttato 2 milioni e 451 mila euro. L’asta è stata vinta da A2A spa, la multiutility milanese – bresciana che già detiene il 21% delle quota della società monzese. Soldi che verranno immediatamente utilizzati dall’amministrazione comunale per tagliare i mutui e chiudere il Bilancio 2016.

L’aggiudicazione è avvenuta tramite asta pubblica indetta dal Comune per la cessione in un’unica soluzione del 2% del capitale sociale della società Acsm – Agam Sp, pari a 1.532.382 azioni ordinarie, detenute dal Comune di Monza. A2A SpA ed il Comune di Monza hanno sottoscritto il contratto di compravendita di azioni ad un prezzo di 2.451.811,20 euro, pari ad euro 1,60 per azione.

A questo punto, A2A diviene titolare del 23,9% del Capitale Sociale di Acsm – Agam, ma non è escluso che già a partire dal prossimo anno gli equilibri possano mutare nuovamente. Nel frattempo, grazie ai quasi 3 milioni di euro di liquidità, l’amministrazione monzese può tirare il fiato. Le somme incassate verranno infatti utilizzati per ridurre l’indebitamento del Comune e per chiudere i conti del Bilancio. Così come era stato deciso con la delibera approvata dal Consiglio comunale a fine Novembre.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi