20 Aprile 2021 Segnala una notizia
Salvatore Fiume, al Serrone della Villa Reale con "L'Italia dei Miti"

Salvatore Fiume, al Serrone della Villa Reale con “L’Italia dei Miti”

10 Dicembre 2015

Come da tradizione il Serrone della Villa Reale di Monza si presta ad essere luogo di profonda riflessione artistica sui grandi del ‘900. Non si tratta di una retrospettiva, ma la mostra, presentata in anteprima alla stampa ieri, è l’occasione per vedere opere poco note di Salvatore Fiume.

L’esposizione, realizzata in occasione del centenario della nascita dell’artista e per questo accompagnata da un catalogo che ne ripercorre per intero il percorso artistico, fa parte di un trittico di mostre volute dalla Fondazione omonima del pittore che ha previsto la mostra “Fiume Scenografo” al Museo Teatrale della Scala (terminata il 20 aprile di quest’anno), l’inaugurazione il 17 dicembre “la memoria del Sacro. Salvatore Fiume in Vaticano”, che resterà aperta fino al 12 marzo; e il terzo momento è quello monzese. Dal 10 dicembre al 24 gennaio “Salvatore Fiume: L’Italia dei Miti”.

mostra-salvatore-fiume-mbIeri alla presenza dell’assessore alla Cultura Cristina Cappellini, al sindaco di Canzo, Fabrizio Turba, e al figlio e alla figlia dell’artista, Luciano e Laura Fiume, e al direttore del Consorzio della Villa Reale, Lorenzo Lamperti, mentre i tecnici finivano di sistemare gli ultimi dettagli dell’allestimento, la presentazione alla stampa.

“Salvatore Fiume, pur non essendo lombardo d’origine, è diventato un simbolo dei nostri luoghi, ed è questo uno dei motivi principali per cui Regione Lombardia ha deciso di sostenere con orgoglio e soddisfazione la mostra che si inaugura oggi alla Villa Reale di Monza – “Visitando l’atelier dell’artista nell’ex filanda di Canzo (Como)- ha continuato l’assessore Cappellini – non si può non rimanere colpiti dall’incanto e dal pathos che Fiume ha trasmesso attraverso le sue opere”.

Se vi aspettate una grande mostra vi sbagliate, ma almeno è gratis. Non solo, potrete ammirare un’opera dalle dimensioni importanti come è Italia mitica. Quindici metri per tre di altezza, prestito della Famiglia Cassina, eseguito da Fiume nello stesso stile, su commissione dell’architetto Gio Ponti per il transatlantico Giulio Cesare.

Nella prima parte della mostra invece sono proposti i 10 dipinti sul tema delle Avventure, Sventure e Glorie nella storia dell’Umbria, commissionati all’artista dal presidente della Perugina, Bruno Buitoni nel 1949. A quattro di essi saranno affiancati i relativi bozzetti, appartenenti alla collezione privata di Salvatore Fiume.

mostra-salvatore-fiume-3-mb

Un grande lavoro quello che dal 1997 è stato fatto dai figli, come racconta Luciano “Siamo sempre stati vicini a nostro padre e quando lui è scomparso abbiamo capito che il grande lavoro che ci aspettava: mettere ordine. Abbiamo scoperto, per esempio, che i temi affrontati erano ben 40. Quelli esposti sono quadri che mio padre fece tra i 37 e i 47 anni. Dieci anni poco noti al grande pubblico.”

La mostra è promossa dalla Fondazione Salvatore Fiume, in collaborazione con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e Regione Lombardia e curata da Elena Pontiggia: presenta 15 opere, di cui 11 dipinti e 4 bozzetti, e resterà aperta al pubblico fino al 24 gennaio 2016.

SALVATORE FIUME.
L’ITALIA DEI MITI Le grandi opere 1940 – 1950)
Reggia di Monza – Serrone della Reggia di Monza (viale Brianza 2)

10 dicembre 2015 – 24 gennaio 2016
Orari:
martedì-venerdì, 12.00 – 18.00
sabato e domenica, 10.00 – 19.00
lunedì chiuso
Apertura solo su prenotazione e per visite guidate: martedì-venerdì, 10.00-12.00

Ingresso libero
È possibile prenotare le visite guidate al numero tel. 335.294628

Infoline: tel. 039 2312185
www.reggiadimonza.it
www.fiume.org
[email protected]

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Riccardo Speziali
Chi sono? Matteo Riccardo Speziali, una vita nel cercare di scoprirlo (chi sono) e nel frattempo il raccontare fatti, il ricercare notizie mi tengono molto occupato. Scrivo da sempre e nel 2008 sono tra i soci fondatori di MB News che dirigo. Quando non scrivo (e non dirigo),mi piace leggere, soprattutto gialli, mi piace cucinare (e mangiare) e mi piace correre. Se avete qualche bella storia da raccontarmi o se volete denunciare un fatto chiamatemi 039361411


Articoli più letti di oggi