13 Aprile 2021 Segnala una notizia
Operati a Vimercate ritrovano la voce dopo decenni

Operati a Vimercate ritrovano la voce dopo decenni

17 Dicembre 2015

Duplice intervento alla trachea con grandi risultati per lo staff del dottor Parmigiani all’Ospedale di Vimercate.

Entrambi i pazienti, una donna di 70 anni, e un uomo di 73, avevano subito una tracheotomia molti anni fa: 70 per lui e 30 per lei. Dopo tutti questi anni sono tornati a respirare e a parlare per vie naturali attraverso una tracheotomia e un percorso terapeutico affidato a Franco Parmigiani, Direttore dell’Otorinolaringoiatria dell’ospedale di Vimercate, e alla sua equipe che li ha aiutati a tornare ad una vita normale.

“Entrambi i pazienti sono arrivati all’ospedale di Vimercate per delle complicazioni dovute alla tracheotomia e in entrambi i casi l’unica soluzione per evitare danni permanenti alla trachea toracica era la rimozione della tracheotomia stessa – afferma il Dott. Parmigiani. Il signore, un uomo di 73 anni, aveva subito una tracheotomia a 2 anni, in seguito ad una difterite. La ospedale-tracheo-vimercate1procedura, eseguita in tenera età, aveva precluso una crescita corretta della trachea. Per poter rimuovere la tracheotomia è stato necessario ricostruire una parte di laringe utilizzando cartilagine costale, per portare il tessuto di sostegno mancante è stato messo uno stent di supporto alla ricostruzione, rimosso dopo 4 mesi. In questo tempo si è formato un nuovo scheletro della laringe che è risultato essere efficace. Sono in programma piccoli interventi endoscopici col laser per evitare inspessimenti nella rigenerazione della mucosa, ma il paziente ad oggi parla e respira per vie naturali.”

Con meno anni alle spalle, ma comunque per diversi decenni anche per lei, la tracheotomia aveva significato 30 anni senza poter parlare e respirare in modo naturale: “La sua laringe aveva avuto un normale sviluppo, ma non era funzionante – spiega il dottor Parmigiani – Si è proceduto con un primo intervento endoscopico per l’asportazione di un aritenoide (articolazione della corda vocale), in questo modo si è aperto lo spazio respiratorio e conservata la parte anteriore della corda vocale per poter parlare. Dopo altri due interventi endoscopici la paziente è tornata a parlare e respirare per vie naturali.”

Un tipo di intervento complesso ma che è diventato una consuetudine per l’equipe del dottor Parmigiani che in questi anni ha curato molti pazienti:
“Nei 6 anni di attività a Vimercate – spiega Franco Parmigiani –  abbiamo trattato circa 35 pazienti affetti da stenosi laringo-tracheali con metodiche diverse endoscopiche ed a cielo aperto, sia ricostruttive, come quella esposta, sia con resezioni anulari. Cinque di questi pazienti erano adolescenti. Dei 35 curati 34 a oggi sono senza tracheotomia e l’unico insuccesso è legato all’evolutività della malattia immunologica che aveva portato alla stenosi. E’ chiaro che l’unicità dei casi proposti è il tempo di permanenza della condizione patologica:  in letteratura non risultano altri casi simili descritti”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi