28 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Misure antismog, Galletti: "12 milioni di euro per il trasporto pubblico"

Misure antismog, Galletti: “12 milioni di euro per il trasporto pubblico”

31 Dicembre 2015

Un fondo da 12 milioni di euro subito disponibile per le iniziative dei Comuni sul trasporto pubblico locale e la mobilità condivisa. Questa è solo una delle misure indicate dal ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per rispondere all’emergenza smog. “Mi auguro che dopo questa riunione si metta fine alla ‘babele’ dei provvedimenti in materia di smog“, ha aggiunto presentando ieri, 30 dicembre, al ministero il decalogo delle misure antismog decise con le Regioni e i Comuni.

Interventi strutturali e un coordinamento per le emergenze: questi i focus fondamentali emersi dai vertici che si tenuti nei giorni scorsi in Lombardia. Ma non solo: i comuni e Anci Lombardia hanno riassunto in dieci punti le proposte per fronteggiare l’emergenza smog (LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO).

I PROVVEDIMENTI – Tra le misure di emergenza condivise dal ministro Galletti anche la possibilità per i comuni di decidere, attingendo dal decalogo messo a punto dagli enti locali, quali misure adottare in caso di sforamento per più di 7 giorni consecutivi dei limiti di smog. Dagli sconti sui biglietti dei mezzi di trasporto all’abbassamento dei limiti di velocità di 20 km orari nelle aree urbane, passando per la riduzione di due gradi centigradi delle temperature massime di riscaldamento negli edifici pubblici e privati: la scelta sarà a discrezione dei Comuni.

STRATEGIE DI MEDIO PERIODO – Inoltre ammontano a 405 milioni le risorse programmate e disponibili per la strategia di medio periodo contro lo smog nelle grandi città. Altra novità è la nascita di un “comitato di coordinamento ambientale”, ovvero una task force tra i sindaci delle città metropolitane e i presidenti di regione, presieduta dal ministro dell’Ambiente.

roberto-scanagatti-byrenoldi-mbPer Roberto Scanagatti, presidente di Anci Lombardia e sindaco di Monza “i Comuni sanno, sulla base della propria esperienza, che servono politiche di sistema con interventi coordinati che coinvolgono Governo, Regioni e Comuni“.
Ecco quindi che, sulla base di questo spirito, ANCI Lombardia ha condiviso con Regione Lombardia un documento con richieste puntuali rivolte al Governo, presentato il 30 dicembre al Ministro Galletti, per politiche strutturali di medio e lungo periodo e di risposta all’emergenza. In particolare è necessario proseguire nel coordinamento delle Regioni della Pianura padana allo scopo di concertare azioni di lungo periodo ed azioni di emergenza. Per Scanagatti ora “è necessario ribadire che il sistema degli Enti locali della Lombardia ha la responsabilità di assumere iniziative concrete in base alle proprie competenze e possibilità“.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi