15 Dicembre 2019 Segnala una notizia
Luca Renoldi, girasoli e l'ultimo saluto nel Duomo di Monza

Luca Renoldi, girasoli e l’ultimo saluto nel Duomo di Monza

4 Dicembre 2015

“La morte non è niente, sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora”. Sono le parole di Henry Holland a far commuovere il Duomo di Monza, durante le celebrazioni del funerale di Luca Renoldi. Imprenditore, fotografo, ma soprattutto marito, padre e amico. Un male improvviso a 57 anni lo ha portato via. Per il tuo ultimo viaggio tanti girasoli. Fino ad Alassio dove riposerai.

Luca ha segnato la vita di tutti coloro che hanno incontrato, conosciuto, che sono stati con lui dietro l’obbiettivo o, per lui, funerale luca renoldi 02davanti. Queste parole, lette in chiesa da sua figlia che ha il blu di Luca negli occhi, schiacciata da un dolore inspiegabile “non potrò più stringerti e sentire il tuo cuore battere, ti amo papà”, le aveva scelte lui stesso. Lui che ha voluto dire a sua figlia “non preoccuparti, io resto”, ancora prima di sapere che sarebbe partito presto. Troppo presto. Ma anche in questo, Luca Renoldi è rimasto fedele a se stesso, ha sorpreso tutti con un’uscita di scena che non ha dato a nessuno il tempo di rendersene conto.

Perché tra il lavoro, la famiglia, la fotografia, la generosità e l’Inter, Luca si destreggiava andando sempre dritto al punto. Era schietto, testardo, caparbio ma coerente e tenace e tanto, tanto buono “come dimostrano le tante persone che sono venute a salutarlo oggi”, come ha evidenziato il sacerdote. Durante la funzione, tra la forte commozione, l’incredulità e il dolore, ci sono stati numerosi applausi, tanti abbracci scroscianti dalle mani di centinaia di persone strette intorno alla sua famiglia, nelle tre navate del Duomo. Uno per uno, questi applausi, sono stati rappresentativi di un uomo e un professionista appassionato e che in ogni aspetto della sua vita ha dato tutto se stesso.
Una vita a cento all’ora, dietro le auto da corsa che erano la sua passione, e che diventavano motivo di accesi e coinvolgenti dibattiti tra colleghi. Lo sport, tutto, lo appassionava. Immortalare quella frazione di secondo in cui l’accelerazione prende il via, la frenata anticipa la manovra d’effetto sul percorso verso il traguardo, il momento in cui la ballerina fa una piroetta e prende fiato. Luca correva, correva sempre e non si risparmiava mai, ha girato il mondo per inseguire il suo sogno, e lo ha realizzato. L’inno dell’Inter cantato fuori dalla chiesa da sua moglie e sua figlia, e dagli amici di sempre, a squarciagola, solo per lui. Le campane, gli applausi. Tutto intenso, tutto così veloce. Come Luca, una vita a cento all’ora.

E noi tutti di MBNews lo vogliamo ricordare per sempre con le sue bellissime fotografie, che qui vi mostriamo ancora una volta. Grazie Luca, ci mancherai moltissimo! “Luca ti vogliamo bene, resterai per sempre nei nostri cuori!”

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi

Anche “Monza non si lega”. La protesta delle Sardine in Piazza Trento e Trieste

In Piazza circa 500 persone. "Una manifestazione senza partiti, né simboli: solo un grande desiderio di risvegliare le coscienze".

Tragedia a Brugherio: due persone trovate morte in casa

Tragedia a Brugherio nella serata di venerdì 13: due persone sono state trovate prive di vita nella loro abitazione. Indagini in corso. Disposta l'autopsia su entrambi i corpi.

Maxi incidente sul Viale delle Industrie: coinvolte 3 auto, un tir e un furgoncino

Maxi incidente sul Viale delle Industrie all'altezza del cavalcavia di San Rocco. Si è consumato intorno alle 15.00: 3 le auto coinvolte, un tir e un furgoncino. Tre le persone. Intervenuti i soccorsi. Traffico in tilt.

Natale in Brianza: ecco cosa fare tra mercatini ed eventi

La magia del Natale sta per arrivare. Mercatini, decorazioni, giochi di luce, casette in legno e molto altro animeranno tutta la Brianza in uno dei periodi più attesi dell’anno, il Natale.

Desio, apre lo sportello benessere animali: informazioni su norme, aree cani e corsi

Lo Sportello sarà aperto due giorni alla settimana presso il servizio URP.