23 Aprile 2021 Segnala una notizia
Monza, la follia tra musica e parole. Uno spettacolo di Libertamente

Monza, la follia tra musica e parole. Uno spettacolo di Libertamente

10 Novembre 2015

 Libertamente vi dà appuntamento a Monza nel pomeriggio di domenica 15 novembre per uno spettacolo di musica e parole dedicato alla follia. “La follia: l’indefinito ai confini dell’anima” debutta infatti alle ore 16.00 presso la Sala Maddalena, con la regia di Luca Napodano. Un progetto incentrato sull’alienazione mentale in tutte le sue sfumature, dalla follia amorosa all’insofferenza per le regole prestabilite, fino a un continuo e struggente anelito per la libertà. Per farlo, Libertamente, l’associazione culturale che si occupa di teatro e recitazione, ha scelto un linguaggio particolare, diverso da quello della quotidianità: la poesia.

Le voci di autori protagonisti della scena poetica come Alda Merini, Dino Campana e Pier Paolo Pasolini esprimeranno, attraverso alcune delle loro opere più belle e toccanti, i diversi modi di esprimere la follia, sospesi tra razionale e irrazionale. La recitazione dei brani poetici sarà intervallata dalla musica di Respighi, Mozart e Schoenberg, eseguita dal vivo da un quintetto d’archi.

“La follia: l’indefinito ai confini dell’anima” si propone di essere il primo capitolo di una trilogia che proseguirà a febbraio al Teatro Villoresi di Monza con lo spettacolo “Oltre. Storie di Follia e Libertà”.

Per informazioni: [email protected] – 3387420786

SI SEGNALA CHE LO SPETTACOLO E’ STATO RIMANDATO PER LAVORI URGENTI ALLA SALA MADDALENA

Ultima modifica ore 9 del 11/11/2015

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Giulia Santambrogio
Inseguo le storie sin da quando ero bambina: per farmele raccontare, per leggerle, e, ovviamente, per scriverle. Su MBNews, però, mi occupo di fatti.


Articoli più letti di oggi