Quantcast
Reinserimento sociale e pazienti del Cps: Ospedale e Offerta Sociale a braccetto - MBNews
Salute

Reinserimento sociale e pazienti del Cps: Ospedale e Offerta Sociale a braccetto

L'azienda ospedaliera di Desio e Vimercate e Offerta Sociale stringono un accordo per il reinserimento dei pazienti in cura al Centro Psico Sociale.

ospedale-cps-oreno1

L’azienda ospedaliera di Desio e Vimercate e Offerta Sociale stringono un accordo per il reinserimento dei pazienti in cura al Centro Psico Sociale.

Questa mattina presso la Corte Crivelli di Oreno il direttore dell’azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate, Pietro Caltagirone e Irene Colombo, presidente del Consiglio di amministrazione di Offerta Sociale hanno firmato il protocollo d’intesa per lo sviluppo di attività riabilitative e tirocini osservativi a favore degli utenti del servizio di CPS di Vimercate e Vaprio d’Adda.ospedale-cps-oreno2

In dettaglio: per promuovere l’inclusione sociale delle persone con difficoltà psichiche, Offerta sociale metterà a disposizione il laboratorio di tessitura di Corte Crivelli e finanzierà gli acquisti del materiale e il pagamento dei maestri d’arte. L’azienda ospedaliera programmerà e supervisionerà l’attività, tenendo aperti i laboratori dalle 9 alle 13, oltre a selezionare gli utenti coinvolti nel progetto.

Alla firma è intervenuto Paolo Maria Manzalini, Responsabile dell’Area Territoriale Psichiatrica di Vimercate, che ha dichiarato: “Gli interventi per sostenere il benessere psichico delle persone non possono che radicarsi nel tessuto familiare, relazionale e sociale di ciascun individuo e quindi non esiste buona prassi di cura e riabilitazione psichiatrica che prescinda da un profondo radicamento sul territorio. La sensibilità di Offertasociale e la disponibilità dell’Azienda Ospedaliera a prendere in considerazione proposte innovative ci portano a ri-avvicinarci ai luoghi e alle realtà di aggregazione del nostro territorio grazie ad una iniziativa che si configura come un esempio interessante di integrazione e di sinergia. Questa iniziativa comporterà molto impegno in un momento in cui le risorse disponibili chiedono un uso attento e monitorato, ma siamo ben contenti di avviare questa nuova modalità di intervento sicuri del beneficio che ne deriverà alle persone che seguiamo”.

commenta