14 Aprile 2021 Segnala una notizia
Lazzate, spara sei colpi in aria, denunciato. Ora rischia multa da €100

Lazzate, spara sei colpi in aria, denunciato. Ora rischia multa da €100

29 Ottobre 2015

Ha avuto paura e ha sparato, senza attendere l’arrivo dei carabinieri. Denunciato d’ufficio come previsto dal codice penale, un lazzatese rischia al massimo un’ammenda di centro euro.

E’ accaduto lunedì sera, a Lazzate. Il proprietario di una villetta con giardino (da quanto si apprende già “visitato” dai ladri), avrebbe sentito dei rumori sospetti fuori dalla sua abitazione. A quel punto l’uomo ha telefonato al 112, ma non prima di sparare sei colpi di avvertimento in aria, allo scopo di mandare via i presunti ladri. I militari di Seregno, arrivati sul posto quattro minuti dopo, hanno immediatamente dato il via alle ricerche dei presunti malviventi, ma senza esito.

Il residente, che detiene una pistola per uso sportivo (e non per difesa personale), è stato poi denunciato d’ufficio per “esplosioni pericolose”. Il codice penale prevede infatti che sebbene un cittadino detenga regolarmente un’arma, non possa utilizzarla a scopo intimidatorio, ovvero non è autorizzato a sparare in aria. L’unica motivazione che l’attuale normativa contempla è l’utilizzo per legittima difesa. Questo significa, quindi, che una persona è autorizzata a sparare solo se la propria vita o quella dei propri familiari (e non beni mobili e immobili) è in pericolo.

Qualora venisse condannato, ad ogni modo, il proprietario della villetta rischierebbe un’ammenda di circa cento euro.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi