25 Settembre 2021 Segnala una notizia
Alcatel: croci e speranze contro il licenziamento, con loro Pippo Civati

Alcatel: croci e speranze contro il licenziamento, con loro Pippo Civati

5 Ottobre 2015

Diciannove lavoratori della sede Alcatel-Lucent di Vimercate sono in presidio davanti alla loro azienda, con striscioni e croci piantate a terra per evitare il licenziamento. Questo pomeriggio presso il Ministero del Lavoro, si terrà un ultimo incontro tra azienda e sindacati, decisivo per la loro sorte. Con loro anche Pippo Civati, deputato ex Pd e fondatore del movimento “Possibile”, che chiede al Premier Renzi “conto della situazione dei lavoratori.”

Alcatel, azienda franco-americana delle telecomunicazioni che nel 2016 dovrebbe essere acquisita da Nokia, dal 2013 ha totalizzato un esubero di settecento unità nella sede di Vimercate.

“Siamo rimasti in diciannove a lottare, ora per noi si prospetta il licenziamento, speriamo che l’incontro di oggi pomeriggio eviti questa prospettiva” dichiarano i lavoratori, Pippo Civati aggiunge “Il Premier è stato qui un anno fa e aveva detto che se non fosse stata trovata una soluzione per i lavoratori, il Governo non sarebbe stato credibile. Attendo notizie circa l’incontro di oggi pomeriggio. Sono qui per dare conforto ai lavoratori dopo aver sentito molte volte Rampi, ho fatto presente in Parlamento questa problematica e credo che per il Governo non debba essere difficile trovare una soluzione per diciannove persone”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi