Sport

Buon Vero Volley Monza nella prima uscita stagionale con Cantù

Si sono viste cose buone nel primo allenamento congiunto della stagione del Vero Volley Monza giocato sabato pomeriggio, al Palazzetto dello Sport di Monza, con la Cassa Rurale Cantù.

Vero-Volley-Monza-Cassa-Rurale-Cantù

Si sono viste cose buone nel primo allenamento congiunto della stagione del Vero Volley Monza giocato sabato pomeriggio, al Palazzetto dello Sport di Monza, con la Cassa Rurale Cantù.

Nonostante il confronto si sia chiuso con un vittoria ospite per 3-2, l’incompleto roster monzese ha giocato una buona pallavolo, dimostrando di essere sulla giusta via per raggiungere l’equilibrio fisico e tecnico migliore. Dopo le tre settimane di lavoro passate tra piscina, palestra e allenamenti sul campo dedicati principalmente alla fase analitica, i monzesi hanno ripreso oggi il contatto con il mondoflex per cercare di alleggerire i carichi di lavoro accumulati nella prima fase della preparazione.

Davanti ad un discreto numero di presenti, la scelta del sestetto di Vacondio è obbligatoria, viste l’assenze di Sala e degli stranieri Jovovic, Rousseaux, Verhees e Renan: Daldello al palleggio con Gao Qi opposto, Botto e Galliani schiacciatori, Beretta e Copelli centrali e Rizzo libero. Della Rosa risponde con Gerosa in regia, Krolis opposto, Tiozzo e Preti schiacciatori, Monguzzi e Robbiati al centro e Butti libero.

I padroni di casa partono bene: l’asse Daldello-Gao Qi funziona, con il cinese molto positivo anche a muro. Botto e Galliani garantiscono continuità all’attacco, Beretta e Copelli si comportano bene sia in fase offensiva che a muro, e Rizzo riceve con precisione sugli attacchi di Preti (il più pericoloso dei canturini nel primo parziale) e Krolis. Si gioca senza time-out tecnico, con l’equilibrio che regna fino alla metà del parziale, poi il Vero Volley scappa avanti 20-16, grazie ad un filotto di tre punti, Cantù prova a riavvicinarsi, 23-19, ma Monza è lanciata e chiude il set 25-20, grazie all’attacco vincente di Botto. Nel secondo parziale la Cassa Rurale appare più decisa, scappando avanti 9-4. I monzesi non riescono a rimanere in scia: Tiozzo va a segno da posto quattro e i “cugini” incrementano il vantaggio 14-8. Quattro punti di fila però (Beretta, Gao Qi, Botto, Botto), permettono ai monzesi di portarsi a meno due, 14-12. Si prosegue con le due squadre sempre vicine, ma sul finale i canturini sono bravi a sprintare con Robbiati e Groppi, e chiudono il set 25-21. Nel terzo gioco si vede fin da subito equilibrio: i due sestetti giocano punto a punto fino al 9-9, poi Cantù approfitta di qualche errore in attacco dei padroni di casa per allungare 13-10. Il parziale, però, cambia subito volto quando Galliani infila due giocate di seguito, riportando i suoi alla parità, 15-15. Si prosegue con altalenanza: gli ospiti si portano avanti con la pipe di Cominetti, 19-17, ma il muro di Beretta e la palla out di Gaggini rimettono tutto in gioco, 19-19. Nel finale duello al cardiopalma: fino al 23-23 si viaggia punto a punto, poi il muro monzese commette invasione e Preti va segno con un primo tempo: 25-23 e terzo set alla Cassa Rurale. Nel quarto set Vacondio da spazio a Mercorio, Peslac e Pierangeli ma la musica non cambia: dopo un equilibrio iniziale, (6-6), Cantù scappa avanti, 9-6. Tre punti di fila di Botto (due attacchi vincenti e un muro) rimettono in carreggiata i padroni di casa che acciuffano il pari, 9-9, e fanno le prove di allungo, 14-12. Nel finale, complice anche la fatica della preparazione, cala l’intensità del gioco: la maggiore lucidità degli ospiti ha la meglio e Cantù si aggiudica il quarto parziale 25-21. Per la cronaca si è giocato un quinto set a 25 che Monza ha vinto 32-30.

Oreste Vacondio (1°Allenatore del Vero Volley Monza):”Il risultato, naturalmente, conta poco. Siamo nel periodo in cui stiamo lavorando maggiormente, con carichi elevati, e quindi ci sta che non siamo riusciti a mantenere per tutta la partita il livello dell’intensità espresso nel primo parziale. Posso giustificare un calo dopo due set giocati bene ma uno solo è poco. Errori gratuiti a parte, direi che avremmo potuto essere maggiormente attenti ad alcune situazioni di gioco che abbiamo accuratamente trattato in allenamento. Come prima partita posso dire che alcune cose si sono viste, soprattutto una discreta solidità in ricezione e un buon atteggiamento difensivo in alcune fasi della partita. In ogni caso quello che vorrei, è una maggiore continuità agonistica che spero di riuscire ad ottenere gradualmente”.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Il Vero Volley Monza tornerà in campo sabato 26 settembre, al PalaMaloggia di Chiavenna, per un allenamento congiunto con i Dragons Lugano.

Fonte e foto Ufficio Stampa Consorzio Vero Volley

commenta