Quantcast
Giro di Polonia: Ulissi della Lampre beffato al traguardo dal belga De Clercq - MBNews
Sport

Giro di Polonia: Ulissi della Lampre beffato al traguardo dal belga De Clercq

Ancora Bart De Clercq tra i colori blu-fucsia-verdi e il successo. Il belga della Lotto-Soudal, ha preceduto di 3" Diego Ulissi sul traguardo della 5^tappa del Giro di Polonia.

ulissi-lampre-giro-polonia

Ancora Bart De Clercq tra i colori blu-fucsia-verdi e il successo. Il belga della Lotto-Soudal, che già nel Giro d’Italia 2011 tolse per pochi centimetri a Michele Scarponi la gioia del successo sul traguardo di Montevergine di Mercogliano, ha preceduto di 3″ Diego Ulissi sul traguardo della 5^tappa del Giro di Polonia.

Giornata importante per la classifica generale del Giro di Polonia, dato che la frazione odierna della corsa World Tour organizzata dal Team Lang ha sgranato il gruppo, decretando che 12 corridori si giocheranno nei prossimi giorni la vittoria della graduatoria finale.

I 223 km da Nowy Sacz a Zakopane (tratto in linea più tre giri di un ampio circuito finale, in totale 8 Gpm) hanno detto che per la LAMPRE-MERIDA sarà Diego Ulissi (foto archivio Bettini) a lottare per le posizioni di vertice della classifica generale: pimpante in salita, abile nella gestione delle energie, il talento toscano si è arreso solamente a un sagace scatto ai 4 km di De Clercq, dal quale Ulissi in rimonta ha accusato al traguardo un ritardo di 3″.

La tappa è stata animata sin dai primi chilometri da alcuni tentativi di fuga, fino a quando sei corridori (Turgot, Beltran, Bole, Breen, Boeckmans e Vallee) sono riusciti a vincere la resistenza del gruppo, arrivando a toccare un vantaggio massimo di 6’20”.
A differenza di quanto accaduto nella 4^tappa, il plotone non ha dato troppa libertà alla fuga, iniziando per tempo la rimonta e riducendo gradualmente il distacco dai fuggitivi, fino al definitivo ricongiungimento avvenuto a 63 km dall’arrivo.

Quando mancavano 50 chilometri al termine della tappa, la corsa è stata riaccesa da una serie di scatti, con Cattaneo tra i corridori più attivi. Dalla situazione è nata un’azione di 40 atleti, tra i quali pedalavano Ulissi e Mori, che non hanno più lasciato la testa della corsa.

Il successivo momento topico ha coinciso con la salita di Gubalowka, ultimo Gpm della giornata, con scollinamento a 13 km dal traguardo, quando al comando della gara sono rimasti 11 corridori, con presente Ulissi.
Essendo il corridore della LAMPRE-MERIDA il più veloce nel drappello di testa, nessun altro attaccante si è incaricato dell’inseguimento di De Clercq, così Ulissi ha iniziato la rimonta in vista dell’ultimo chilometro, arrivando a pochi metri dal belga, senza però riuscire a raggiungerlo.
Subito dopo il corridore blu-fucsia-verde ha tagliato il traguardo Reichenbach, mentre a 7″ hanno chiuso la tappa gli altri membri del gruppetto di testa.

Seconda piazza per Ulissi anche nella classifica generale, a 4″ da De Clercq.
Non ha completato la tappa Sacha Modolo.

Questo il commento di Ulissi: “De Clercq è partito nel momento giusto ed è stato bravo a resistere fino alla fine, io ho cercato qualcuno nel gruppetto che potesse darmi una mano, ma nessuno si è mosso. Sono partito da solo, Reichenbach mi è venuto a ruota, ma non aveva energie per darmi cambi, quindi ho provato a produrre il massimo sforzo, arrivando a pochi metri da De Clercq.
Peccato aver mancato il successo in una tappa molto bella, nella quale si sono visti ottime prestazioni in considerazione del lungo chilometraggio e della durezza dell’ultima salita.
I riscontri che mi sono giunti dal mio corpo sono incoraggianti: era da un po’ che non facevo sforzi così intensi, nonostante ciò le sensazioni sono state buone e mi permettono di pensare a un buon piazzamento nella classifica generale.
In vista della tappa di domani, sarà importante recuperare bene le energie e penso che questa sarà la priorità di tutti i corridori che puntano a dare continuità alle loro prestazioni”.

“Considerando che Diego viene da un periodo di pausa agonistica, il risultato di oggi è molto buono, anche se è comprensibile che il mancato successo possa lasciare un po’ di amaro in bocca al corridore – ha spiegato Simone Pedrazzini, ds alla guida della LAMPRE-MERIDA assieme al collega Vicino – Ulissi ha pedalato davvero bene, l’ultima salita era dura e il ritmo imposto dai corridori nel gruppo di testa faceva male. Purtroppo Diego si è trovato a essere l’atleta nettamente più veloce, di conseguenza ha avuto tutti gli avversari contro e De Clercq ne ha approfittato. Comunque, il nostro corridore ci ha provato fino in fondo”.

ORDINE D’ARRIVO
1- De Clercq 5h48’49”
2- Ulissi 3″
3- Reichenbach s.t.
4- Henao 7″
5- Hermans s.t.
39- Mori 12’24”, 42- Cattaneo 20’10”, 47- Conti 20’45”, 56- Niemiec s.t., 127- Bonifazio s.t., 129- Ferrari 31’57”, Modolo dnf

CLASSIFICA GENERALE
1- De Clercq 20h55’42”
2- Ulissi 4″
3- Formolo 6″
4- Hermans 9″
5- Izagirre 9″

 

fonte: ufficio stampa Lampre-Merida

commenta