15 Agosto 2020 Segnala una notizia
Droga, minori e discoteche: Brianza, Riccione e resto del mondo

Droga, minori e discoteche: Brianza, Riccione e resto del mondo

5 Agosto 2015

Sono decine i minorenni fermati mentre acquistavano una dose di cannabis, durante l’anno in corso. Numerose, tra Milano e la Brianza, anche le indagini della Polizia di Stato e dei Carabinieri che hanno portato ad arresti e denunce di minori accusati di spaccio. In questi giorni si discute, anche con toni accesi, sulla chiusura della discoteca “Cocoricò” di Riccione, dopo la tragica morte di un sedicenne in seguito all’assunzione di una pasticca. Allo stesso tempo il Governo pensa alla liberalizzazione della marijuana. Come cambierà, quindi, il panorama del “consumo personale” di droga? Come si regolano altri paesi del mondo rispetto all’Italia e, quindi, anche alla Provincia di Monza?
Una pasticca, lo sballo a tutti i costi, senza pensare alle conseguenze. Poi, purtroppo, la morte. E’ quanto accaduto al sedicenne che quasi dieci giorni fa era partito per trascorrere qualche giorno di vacanza con gli amici, ospiti dei loro genitori. Una tragedia che lascia senza parole e poi, passato lo sgomento, provoca tanta rabbia. La Questura di Rimini ha disposto una chiusura preventiva del locale dove il giovanissimo ha consumato la pasticca della morte (ma pare l’avesse acquistata altrove), rischiando di provocarne il fallimento, con il contestuale licenziamento di decine di dipendenti e di deludere migliaia di vacanzieri diretti sulla riviera romagnola.

Ma, il provvedimento sarà utile? Come funzionano i controlli nelle discoteche, comprese quelle brianzole?
In Italia lo spaccio di droga è vietato e punibile per legge. All’interno di esercizi commerciali e locali notturni, è responsabilità dei gestori fare in modo che non si verifichino cessioni di stupefacenti. E’ chiaro che, più è grande il locale, più è difficile controllarlo. E’ previsto un servizio di vigilanza privata, al Cocoricò come in altre centinaia di discoteche in tutta Italia. Il punto, però, è che come la vigilanza dei supermercati questi “buttafuori” non sono autorizzati a perquisire e/o controllare il contenuto di borse e tasche degli avventori. L’unica cosa loro concessa è quella di invitare i frequentatori dei locali ad uscire se colti sul fatto, in attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine. Se qualcuno viene “beccato” consumare droga, vale lo stesso principio, gli viene chiesto facoltativamente di allontanarsi e nulla più. In America ad esempio, il consumo di droga è un reato grave, per il quale si viene arrestati ed obbligati con la forza a frequentare un centro di riabilitazione. In Italia no. Al Sert di Monza e Brianza arrivano le segnalazioni di decine di minori ogni anno, segnalati alla prefettura quali assuntori, ma senza alcun obbligo di “disintossicarsi”, sia che consumino droghe “leggere” che “pesanti”. In Brasile, ad esempio, prima di entrare in discoteca si passa attraverso un metal detector (che verifica che non si cerchi di portare all’interno dei locali armi), poi il vigilantes (armato), donna o uomo a seconda del cliente, perquisisce personalmente i clienti e ne esamina il contenuto di borse e borsette. In Italia ciò non è previsto. A Monza, a Milano, come a Riccione, quindi, circolare con droga addosso è abbastanza facile. Trovarla in discoteca, fuori, o al parchetto, altrettanto.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi

Rientri dall’estero: nessun isolamento ma rigoroso rispetto norme igienico sanitarie

Nessun isolamento fiduciario per chi rientra da Spagna, Croazia, Grecia e Malta ma l'adozione rigorosa delle misure igienico sanitarie previste già dal Dpcm del 7 agosto 2020.

Lombardia: 97 positivi e 258 tra guariti e dimessi

Aumentano guariti e dimessi (+258), a Cremona, Lodi e Sondrio 1 solo contagio.

Ospedale di Vimercate, chirurgia “su misura” a Ginecologia

Il modello consente non pochi benefici per la donna che si sottopone ad intervento, ma anche per la stessa organizzazione sanitaria dell’Ospedale.

Referendum sul taglio dei parlamentari: quando e come si vota

Domenica 20 e lunedì 21 settembre brianzoli, e non solo, sono chiamati alle urne per esprimere il proprio voto al referendum del taglio dei parlamentari.

Piscine all’aperto: le aperture a Monza e Brianza

C'è chi apre subito e chi si prende ancora qualche giorno. Ecco come vanno le riaperture delle piscine in Brianza ai tempi del Coronavirus.