28 Ottobre 2021 Segnala una notizia
Vimercate, bilancio di previsione: tasse invariate. Lo Stato chiude i rubinetti

Vimercate, bilancio di previsione: tasse invariate. Lo Stato chiude i rubinetti

8 Luglio 2015

Presentato lunedì 6 luglio in consiglio comunale a Vimercate il bilancio di previsione 2015. Invariate le tariffe Imu, Irpef e Tasi. Netto calo dei trasferimenti dallo Stato.

Davanti a un’aula consigliare insolitamente gremita, è stato presentato dal sindaco Paolo Brambilla e dalla sua giunta il bilancio di previsione del suo ultimo anno di mandato (le elezioni saranno nel maggio 2016). Partendo dalla fine della presentazione, ciò che salta all’occhio è il mantenimento invariato delle tariffe: la Tasi per l’abitazione principale rimarrà al 2,95 per mille, e quella per i fabbricati al 2,5. Per quanto riguarda l’Imu, sarà come sempre esente la prima casa, ad esclusione delle categorie A1, A8, A9, che pagheranno il 5 per mille. 9,50 per mille per le abitazioni in affitto a canone agevolato e a titolo gratuito a parente di primo grado. L’aliquota base rimarrà 10,6 per mille.

L’addizionale Irpef non verrà calcolata fino ai 13.000 euro; fino ai 15mila sarà allo 0,67%, fino ad arrivare allo 0,80% oltre i 75mila euro. Le entrate nelle casse del comune più significative arriveranno dall’Imu con 6.350.000 euro (nel 2014 erano 6.403.380). La Tasi garantirà 2.910.000 euro (2.908.868 nel 2014); l’addizionale Irpef infine porterà 2.800.000 (2.700.000 nel 2014). Il grande calo nelle entrate sarà dovuto ai trasferimenti dello Stato che nel 2014 erano stati di 1.619.761 euro e che

Paolo Brambilla

Paolo Brambilla

nella previsione del 2015 saranno di 319.194 euro.

Per quanto riguarda le spese, per il supporto della struttura organizzativa (Segreteria
Generale Ragioneria, Tributi, Controllo di Gestione,C.E.D., Risorse Umane e Personale
Sistema Qualità) verranno usati 5.348.448 euro di cui 2.176.369 euro per il personale, 2.853.758 euro per l’acquisto di beni e servizi e 318.321 euro per oneri finanziari e tasse.

Per quanto riguarda la spesa per il personale, costituita da 150 dipendenti (5 in meno rispetto all’anno precedente), sarà di 6.302.065 euro, 244 euro per abitante. Per lo Sportello Unico Tecnico, Spazio Città, S.I.T. e Comunicazione e partecipazione la spesa è di 2.064.787 euro di cui 858.639 euro per il personale, 350.098 euro per l’acquisto di beni e servizi e 58.130 euro per oneri finanziari e tasse. Il solo servizio di Spazio Città, con le sue 61 ore settimanli di apertura e i suoi 9 operatori costa per ogni ora di apertura 152, una cifra modesta rapportata al servizio offerto.

Le spese totali per la cultura saranno di 999.540 euro di cui 540.789 euro per la Biblioteca civica, 359.151 euro per il MUST e 99.600 euro per le Attività Culturali. Per abitante la biblioteca costerà 20,97 euro, il Must 13,92.

Per l’istruzione il comune spenderà 1.358.122 euro. Per il welfare e lo sport la spesa totale è di 4.000.461 euro di cui 3.6milioni di euro utili per l’acquisto di beni e servizi. Per i lavori pubblici, l’ambiente e l’urbanistica la spesa nel 2015 per Vimercate sarà di 4.447.155 euro.

Le spese in conto capitale per tutto il 2015 saranno: Scuole dell’infanzia e primarie
illuminazione pubblica 202.000 euro. 600mila euro per interventi straordinari (vie, piazza, parcheggi); 12.000 euro per l’illuminazione pubblica; Parchi, verde e interventi in campo ecologico: 100.000 euro; Cimiteri 130.000 euro; Biblioteche 80.000 euro. Progetto Geoportale: 34.500 euro. Infine il nuovo Mercato (distretto del commercio) 65.000 euro eprogetto rivitalizzazione Centro Storico (distretto del commercio) 20.000 euro. Il totale della spesa in conto capitale sarà di 1.243.500 euro.

In questi giorni le commissioni bilancio si riuniranno per cercare di arrivare ad un’approvazione definitiva in consiglio comunale entro il prossimo 16 luglio.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Articoli più letti di oggi