Quantcast
Urbanistica, il caso Monza finisce sotto la lente dell'Osservatorio Ptcp - MBNews
Ambiente

Urbanistica, il caso Monza finisce sotto la lente dell’Osservatorio Ptcp

Gli ambientalisti denunciano un ritardo nell'ultimazione dell'iter della Variante approvata nel 2014 e puntano ad ottenere l'approvazione dell'allargamento dei parchi attuali.

ambientalisti - majoli

L’urbanistica di Monza diventa un caso. Il coordinamento ambientalista Osservatorio Ptcp di Monza e Brianza ha puntato riflettori su di una possibile grossa falla del sistema di protezione delle aree verdi messo a punto dall’amministrazione comunale. Secondo gli esperti del coordinamento, la Variante approvata in Consiglio comunale poco meno di un anno fa grazie alla quale circa  tre milioni di metri quadrati di aree verdi avrebbero dovuto essere assorbite da Parchi di interesse sovraccomunale o essere riclassificate come agricole, è rimasto lettera morta.

L’operazione era finalizzata alla realizzazione di un grande Parco del Grugnotorto e della Brianza Centrale, quest’ultimo finora limitato al Comune di Seregno. Tuttavia, sull’argomento è sceso il silenzio più totale ed è per questo che il coordinamento ha sollecitato la conclusione dell’iter amministrativo della variante nel più breve tempo possibile. La preoccupazione è che ogni giorno di ritardo possa trattarsi un domani in un danno per le ultime aree verdi della zona. Tanto più che vi è molta “preoccupazione anche per il grande numero di piani attuativi (11), di cui altri 6 con iter in corso, che l’amministrazione ha approvato in questi tre anni, con previsioni edificatorie, soprattutto residenziali, che se venissero tutte attuate, porterebbero a peggiorare fortemente una situazione urbanistica cittadina già fortemente compromessa, sia dal punto di vista della vivibilità sia dei flussi di traffico e relativi inquinamenti”.

Ciò è tanto più grave, quando si pensi che la popolazione di Monza è ferma da 35 anni a circa 120.000 abitanti e che il mercato edilizio è in forte crisi di sovra produzione.

Più informazioni
commenta