23 Settembre 2021 Segnala una notizia
La Buona scuola è legge: sì all'emendamento salva-vite "made in" Monza

La Buona scuola è legge: sì all’emendamento salva-vite “made in” Monza

9 Luglio 2015

Il Ddl “Buona scuola” è legge. La Camera ha dato il via libera finale. I voti a favore sono stati 277, quelli contrari 173, 4 gli astenuti. Sono 39, tra i quali Bersani e Cuperlo, i deputati Pd che non hanno partecipato alla votazione.

«Questo non è un atto finale, ma l’inizio di un nuovo protagonismo della scuola –  ha commentato ai microfoni dell’Ansa il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Un nuovo anno quello 2015/2016, fatto di laboratori, lingue straniere apprese e non balbettate, e discipline cha mancano nella nostra scuola».

Mirko Damasco, presidente "Salvagente"

Mirko Damasco, presidente “Salvagente”

Tanti, tantissimi, gli emendamenti presentati. Uno di questi, divenuto legge, è tutto “made in” Monza. Si tratta dell’emendamento sull’insegnamento del primo soccorso agli studenti. «Oggi per noi è festa. Oggi per noi è storia. In questa legge, per la prima volta nella storia d’Italia si parla di primo soccorso a scuola. – esulta Mirko Damasco, presidente dell’Associazione monzese Salvagente, autrice dell’emendamento sostenuto dall’onorevole vimercatese del Pd, Roberto Rampi – Le scuole saranno obbligate a prevedere percorsi di formazione sul primo soccorso per gli studenti. Non è la fine, è l’inizio, perché non è ancora materia scolastica ma per la prima volta si mette davvero un tassello per diventare come Seattle. Tra una generazione vedremo il cambiamento dei numeri. Tante delusioni, tanti appelli nel vuoto, ma alla fine eccoci qui».

 

Roberto Rampi, onorevole PD

Roberto Rampi, onorevole PD

Elementari, medie, scuole superiori: dopo oggi tutti apprenderanno le manovre salva-vita in modo assolutamente gratuito. Ora però l’associazione monzese volge lo sguardo a Seattle e auspica che anche nel Bel Paese le lezioni di rianimazione e disostruzione pediatrica possano finalmente diventare una materia scolastica al pari di educazione civica.

«Sono davvero molto contento. – ha commentato al nostro giornale l’onorevole Roberto Rampi – Perché un’esperienza del territorio che ho conosciuto, seguito, apprezzato è entrata nella legge e credo permetterà davvero di salvare molte vite. Era una loro richiesta e aspettativa. E c’è l’abbiamo fatta. È una grande opportunità. Possiamo dire che da semplici ragionamenti – importanti- è nato un cammino, e le tecniche di primo soccorso ora sono ufficialmente nella scuola e per legge».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi