Quantcast
Arsenale di armi e droni elicottero a casa e in auto: fermata banda a Lissone - MBNews
Attualità

Arsenale di armi e droni elicottero a casa e in auto: fermata banda a Lissone

Fucili, pistole, ricetrasmittenti, droni elicottero e maschere di carnevale. Erano pronti a colpire, ma sono stati fermati.

IMG_3376

Fucili, pistole, ricetrasmittenti, droni elicottero e maschere di carnevale. Erano pronti a colpire, avevano predisposto materiale per aggressioni violente da fare invidia ai protagonisti di  “Arancia Meccanica” ma sono stati fermati. Arrestata banda di tre presunti rapinatori a Lissone (Monza), all’alba di martedì.

Tre uomini, un cittadino peruviano di ventisette anni, un venezuelano di ventinove ed un italiano pluripregiudicato di quarantacinque, sono stati fermati dai carabinieri di Desio mentre viaggiavano a bordo di un’auto alle cinque del mattino di martedì.

A bordo del mezzo, sottoposto a perquisizione, i militari hanno trovato una beretta calibro 7,65 con matricola abrasa e colpo in canna nascosta sotto il sedile, ricetrasmittenti e auricolari, coltelli, pinze, tirapugni, lacci da scarpe, guanti in lattice e due borsoni.

Il materiale sequestrato in auto e l’atteggiamento nervoso degli occupanti della macchina, ha spinto i carabinieri a proseguire le perquisizioni anche nei loro appartamenti. Ne è venuto fuori un vero e proprio arsenale composto da armi e attrezzatura tecnica, tra cui un fucile a ripetizione “remington” rubato a Sondrio un anno fa, maschere di carnevale di vario genere (anonymous, carnevale di venezia e star wars tra le scelte), cannocchiali, pc, una fiamma ossidrica, un bastone da arte marziale giapponese, fascette di plastica, coltelli, passamontagna, disturbatori di frequenza e due droni elicottero dotati di telecamera e telecomando. Tra i vari arnesi sequestrati anche pinze, martelli, e corde da scalata, attrezzatura da far venire i brividi.

Forse mentre i carabinieri li hanno fermati, stavano andando ad effettuare un sopralluogo o addirittura erano pronti per una rapina o un furto di discreta importanza. Indagini in corso.

 

commenta