11 Luglio 2020 Segnala una notizia
Monza, calcio e hockey a braccetto. Colombo: "Basta tifo per le 'grandi'"

Monza, calcio e hockey a braccetto. Colombo: “Basta tifo per le ‘grandi’”

25 Luglio 2015

Se non è un gemellaggio poco ci manca. Ieri sera il Monza Club ha messo assieme allo stesso tavolo il Monza 1912 di calcio e il Centemero Monza di hockey su pista.

L’occasione è stata la grigliata organizzata dai tifosi presso la sede del Circolo Libertà, sita nell’omonima via, per dare il via al tesseramento per la prossima stagione agonistica, valido sia per la squadra di calcio di Serie D che per quella di hockey di Serie A1.

Assieme alla cinquantina di supporters del Monza Club erano presenti, tra gli altri, per il Monza 1912 il presidente Nicola Colombo e l’allenatore Alessio Delpiano e per il Centemero Monza il presidente Andrea Brambilla, il vicepresidente Franco Girardelli e i giocatori Luca Perego e Riccardo Rossi.

monza-club-silvaIl portavoce del Monza Club, Maurizio Silva, ha spiegato ai presenti i motivi della serata e le novità delle ultime settimane: “Prima di tutto voglio ringraziare tutte le persone che la scorsa stagione hanno lavorato per l’ormai fallito Monza Brianza 1912: dall’allenatore Fulvio Pea al direttore tecnico Alfredo Pasini, dallo staff tecnico a tutti i giocatori e ai dipendenti che hanno permesso a noi tifosi di andare in giro in tutti gli stadi del girone A di Divisione Unica di Lega Pro a testa alta. Poi voglio complimentarmi con l’HRC Monza perché ha riportato la città in Serie A1 di hockey su pista dopo tanti anni. Ora nel calcio e nell’hockey è però tempo di guardare avanti, al futuro, innanzitutto alla prossima stagione. Al fianco delle due società ci saremo noi del Monza Club: io poi ho la fortuna di essere in un Consiglio direttivo dove siamo tutti amici, andiamo molto d’accordo, si rema tutti nella stessa direzione. Cogliamo l’occasione di stasera per annunciare due novità. La prima è che abbiamo cambiato denominazione, da Monza Club Libertà a Monza Club. Sembra incredibile ma in molti stadi la Digos è stata incerta nel permetterci l’esposizione dello striscione perché riteneva che la parola ‘libertà’ avesse un significato politico e dubitava del fatto che fosse semplicemente il nome della via che dà nome al circolo che ci ospita. Speriamo comunque che nascano altri Monza Club in modo da rifondare il Centro Coordinamento. La seconda è che abbiamo equiparato il calcio all’hockey, come si può notare anche nelle tessere, diventate ambivalenti. È un modo per testimoniare la nostra vicinanza al Centemero Monza, squadra che seguiremo con la stessa passione con la quale seguiremo il Monza 1912. Infine, sono emozionato nel comunicare che abbiamo ricevuto in omaggio con dedica il libro ‘Il sor Guido Mazzetti: la sua vita, il suo calcio’ scritto dal figlio Guglielmo sulla figura dell’indimenticabile allenatore, anche del Monza, scomparso nel 1997”.

monza-club-dedica-libro-mazzettiIl consigliere Alessandro Ripamonti, essendo anche video editor del Centemero Monza, si è soffermato sull’abbinata calcio e hockey: “È stata una decisione naturale in quanto sono gli sport di squadra più seguiti di Monza. E l’hockey è lo sport più titolato della città. Il Direttivo del Monza Club segue l’hockey da quando il club di tifosi è stato rifondato. Ora che la squadra ci ha dato la grande soddisfazione di salire di due categorie in due anni non potevamo rimanere indifferenti. Tra l’altro nella storia il più delle volte le due tifoserie hanno coinciso, nel senso che chi era tifoso dell’Hockey Monza lo era anche del Calcio Monza. Infine non si può non notare che quest’anno le due società sono accomunate dall’avere come presidenti due persone di indubbia serietà”.

 

 

hockey-monza-brambillaBrambilla ha delineato la situazione del Centemero Monza alla luce degli eventi degli ultimi mesi: “Siamo riusciti a salire in Serie A1 nonostante le non elevate disponibilità economiche. Tra l’altro voglio ringraziare anche chi ha giocato con noi la scorsa stagione ma non giocherà la prossima. È stata comunque allestita una squadra per ben figurare. L’avvio del campionato non ci aiuta perché abbiamo quattro partite di ‘fuoco’. Cercheremo di rimanere nella massima serie ma speriamo di qualificarci per i play-off scudetto. Purtroppo anche quest’anno dobbiamo giocare a Biassono e non nella nostra città: speriamo che un giorno il Comune si ricordi della nostra disciplina. A fine agosto sarà avviata la campagna abbonamenti: per gli iscritti al Monza Club la tessera costerà solo 40 euro. Ricordo infine che oltre alla prima squadra iscriveremo una seconda squadra in Serie B e altre formazioni ai campionati Under 20, Under 17, Under 15 e Under 10. Inoltre avremo sempre il Minihockey per i bimbi più piccoli”.

calcio-monza-colomboColombo ha innanzitutto ringraziato Silva per avergli regalato “una raccolta di Monzagol degli anni in cui ero giovane e lo leggevo allo stadio Sada. A quei tempi i personaggi e i dirigenti che gravitavano dentro e attorno al Monza nulla avevano a che spartire con quelli che si sono visti negli ultimi 2-3 anni. Io mi sono presentato in Tribunale ad acquistare il compendio mobiliare e il compendio immateriale del fallito Monza Brianza 1912 con slogan dal profilo basso. Però mi sono reso conto che bisogna da subito pensare anche a risultati sportivi che la città di Monza merita per lo stadio Brianteo e il centro sportivo Monzello. Questo capoluogo merita una squadra almeno di Serie B. Una città di primissimo livello in Europa in quanto a imprenditoria non può stare sotto la seconda serie. Se in Serie B ci va il Lanciano, con tutto il rispetto per la città di Lanciano, io credo che ci possa arrivare anche il Monza. Monza che non è mai stato in Serie D, però in quarta serie sì. Abbiamo due obiettivi a medio termine: riportare la gente allo stadio e riportare credibilità al calcio e al Monza. Il primo lo intendiamo perseguire partendo dai bambini, ai quali regaleremo magliette e biglietti. Io non voglio più che a Monza si tifi per Milan, Inter e Juventus e poi ci si informi, se va bene, sul risultato del Monza. Io voglio che i monzesi vengano al Brianteo a tifare per il Monza e poi, eventualmente, si interessino dei risultati delle cosiddette ‘grandi’. Il secondo obiettivo è invece necessario per riavvicinare le aziende sponsor. Riguardo agli obiettivi a breve termine, il direttore sportivo Filippo Antonelli Agomeri e Delpiano si sono limitati a dirmi che abbiamo una buona squadra, ma io credo che vogliano vincere il campionato”.

calcio-monza-delpianoDelpiano ha esordito con una battuta: “Dopo la mia ultima esperienza al Monza sono felice di ritrovarvi. Certo è che rispetto ad allora adesso siamo tutti diversamente giovani… A Monza ho vissuto sette stagioni importanti e so cosa significa quella maglia biancorossa. Trasmetterò questa mia esperienza, questo mio sentimento alla squadra, perché la maglia del Monza dev’essere sentita addosso. Io ho chiuso il mio ciclo a Monza vincendo il campionato. Stavamo ancora festeggiando che ci dissero che non sarebbe rimasto quasi nessuno perché la società era di fatto diventata ‘satellite’ del Milan. Beh, l’amaro di quel giorno è sostituito dal dolce di oggi”.

Riguardo ai tesseramenti dei giocatori, la società ha diffuso proprio ieri un comunicato: “Ribadendo che Ssd Monza 1912 ha già adempiuto a regolarizzare l’iscrizione al campionato di Serie D, la Figc potrà ufficializzare tale formalità solamente in data successiva al 3 di agosto. Ciò si rende necessario in seguito ad ulteriore proroga richiesta da altre società che hanno perso il titolo sportivo recentemente e per tale motivo il Consiglio federale potrà ratificare tutto solamente dopo tale data. È per questo motivo che Ssd Monza 1912 non può ancora ufficializzare tesseramenti e attività, né comunicare nominativi e date, fermo restando che la squadra si radunerà agli ordini di ‘mister’ Delpiano nel pomeriggio di lunedì 27 luglio al Centro sportivo Monzello. La proprietà del Monza 1912 vuole tranquillizzare i suoi tifosi e gli appassionati, i quali devono ancora pazientare per conoscere quelli che saranno i loro nuovi beniamini, ma possono comunque continuare a sottoscrivere sempre più numerosi gli abbonamenti per lo stadio Brianteo per la stagione di Serie D 2015/2016”.

monza-club-striscioniUna data, però, è saltata fuori: il Robbiate, società di Terza Categoria, ha comunicato sul proprio sito internet ufficiale che domenica 2 agosto alle ore 17 ospiterà nel proprio impianto il Monza in quella che sarà per entrambe le formazioni la prima gara amichevole della stagione. Delpiano ha inoltre confermato che la preparazione alla Coppa Italia di Serie D e al campionato si svolgerà al Monzello.

Un’altra novità è che nei giorni scorsi è stato siglato l’accordo con il quale Macron, azienda con sede a Crespellano, in provincia di Bologna, fornirà il materiale tecnico da gara e da allenamento per la prima squadra e per le compagini del vivaio biancorosso. Macron è un’azienda nata nel 1971 e attiva dal 2001 nella sponsorizzazione tecnica nel calcio professionistico: attualmente veste circa 300 club di oltre 40 Paesi, in 8 discipline sportive differenti. La partnership con il Monza 1912 è nata grazie al Macron Store di Monza, situato in piazzale Virgilio, dove verrà a breve allestito uno speciale corner con il merchandise della squadra biancorossa.

Concludiamo il servizio con la notizia che l’ex socio di minoranza del Monza Brianza 1912, ex socio di minoranza del Lecco ed ex presidente della Pro Sesto, Salvatore Zangari, avendo preso atto che Colombo non si è mostrato interessato a un suo ingresso nel Monza 1912, è stato a un passo dal diventare il socio principale dell’imprenditore Paolo Sudanti per la rifondazione del Varese. Pur avendo messo sul tavolo più di 100mila euro l’imprenditore siculo-monzese non avrebbe ottenuto alcuna carica, a differenza del manager Riccardo Sogliano, e di conseguenza si sarebbe autoescluso dalla cordata.

 

Foto di Stefano Servidio

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi

L’ appello di Gattolandia: 40 cuccioli da adottare e poche visite per effetto delle restrizioni anti Covid-19

Gattolandia riapre le porte ai visitatori, ma solo su appuntamento. Le restrizioni anti Covid-19 stanno pesantemente limitando le adozioni e riducendo le opportunità di raccolte fondi. Tutte le soluzioni per aiutarli.

Monza, abbandonano in piena notte 300 kg di rifiuti per strada: 2 denunce

Sono 2 cittadini di origine egiziana, residenti a Monza e Muggiò, i responsabili dell'abbandono dei rifiuti per strada. Entrambi sono stati denunciati e obbligati e ripulire l'area.

Monza, imbarazzante distrazione in diretta: durante il fuori onda scappa l’insulto…

La tecnologia in questa situazione non è stata amica dell'assise cittadina. A smorzare il clima generato dalla imbarazzante distrazione è stato presidente del Consiglio, Filippo Caratti.

Icmesa, diossina, 10 luglio: gli eventi per ricordare il disastro di Seveso

Sono passati 44 anni dal disastro di Seveso: il territorio sembra essere tornato nuovamente sano, anche in superficie. Sarà davvero così? Nel frattempo incombe la minaccia di Pedemontana...

Covid, Gallera: “Buone notizie da calo dei ricoveri e aumento dei guariti”. I dati di Regione

I dati di oggi si caratterizzano per una nuova importante diminuzione dei pazienti Covid ricoverati nei reparti dei nostri ospedali, che scendono sotto quota 200, attestandosi a 190.