19 Giugno 2021 Segnala una notizia
Pallanuoto, la Sport Management se ne va a Busto Arsizio "sbattendo la porta"

Pallanuoto, la Sport Management se ne va a Busto Arsizio “sbattendo la porta”

18 Maggio 2015

La BPM Sport Management di pallanuoto maschile ha chiuso la stagione qualificandosi per la Champions League. Una bellissima notizia se non fosse che i monzesi non se la potranno gustare, dato che la società di Verona ha deciso di trasferire la propria sede di gioco a Busto Arsizio.

Il trasloco era nell’aria ma ci viene confermato dal presidente Sergio Tosi: “Ci serve una piscina dove possiamo sia allenarci che giocare – spiega – Sono due anni che i nostri atleti e lo staff tecnico, ogni volta che devono disputare una partita in ‘casa’, sono costretti a sobbarcarsi un’ora e mezza di pullman all’andata e altrettanto al ritorno in quanto partono dal centro natatorio Eugenio Dugoni di Mantova, sede degli allenamenti. È destino che continuiamo a errare di piscina in piscina. Siamo veronesi ma con la città d’origine non abbiamo più molto a che fare perché l’Amministrazione comunale non riconosce quello che stiamo facendo non mettendoci a disposizione una piscina per gli allenamenti. Nell’impianto municipale, infatti, ci consentirebbe solo di giocare le partite. Anni fa ci siamo allora trasferiti nel centro natatorio di Mantova, da noi gestito, ma nel 2013 per esigenze di sponsorizzazione abbiamo dovuto spostarci vicino a Milano. La scelta è caduta sul centro natatorio Pia Grande di Monza, anch’esso gestito da noi (dal 2011, ndr), che però è saturo di attività e dunque libero solo per le partite. Alle piscine Manara di Busto Arsizio, che gestiamo dallo scorso 1 gennaio, è vero che ci saranno pure lì problemi di spazi, ma essendo la vasca principale di 50 metri e non di 33, sarà possibile dividerla in due in occasione degli allenamenti della nostra squadra. L’obiettivo è quello di trasferire a Busto Arsizio anche la sede legale, rimasta a Verona”.

bpm-presidente-tosiLo sponsor, cioè la Banca Popolare di Milano, è d’accordo riguardo al trasferimento? “Alla BPM, che ha ancora un anno di contratto con noi, devono capire che fra trenta giorni dovremo avere tutto pronto per la prossima stagione. Non abbiamo tempo per valutare alternative al trasferimento a Busto Arsizio, che sarà complicato anche perché nel frattempo si dovrà trovare un alloggio a tutti i giocatori e allo staff tecnico”.

A Monza avete avuto problemi con i “granchi”, la locale squadra di pallanuoto che milita in Serie C: a Busto Arsizio non rischiate di scontrarvi con le società di quel territorio? “Effettivamente quelli del Monza non si sono comportati in modo positivo, rifiutando qualsiasi collaborazione. L’ambiente ostile ci ha messo nelle condizioni di operare altre scelte rispetto a ciò in cui confidavamo quando siamo venuti in Brianza. Con il Busto (anch’esso in Serie C, ndr) vogliamo evitare che si ripeta la stessa situazione e infatti ormai siamo in dirittura d’arrivo nella definizione dei rapporti con la loro realtà: sarà una partnership utile per entrambe le società”.

sport-management-sala-giunta-scanagatti-binchi-appiani-tosi-mbCome ha preso la vostra decisione l’Amministrazione comunale di Monza? “Pur essendo in giro le voci da diverse settimane, dal Municipio non ci ha chiamato nessuno per chiedere a riguardo della loro fondatezza. Del resto l’Amministrazione comunale brilla per la sua assenza da un po’ di tempo. È evidente che alla luce della situazione conflittuale tra noi e il Monza ha voluto tirarsi fuori dalla mischia”.

Il vostro trasloco deluderà i vostri nuovi tifosi di Monza e dintorni e in particolare gli ultras del Mastiff Club… “La cosa ci dispiace soprattutto per loro, che sono pure venuti a Sori per sostenerci nella semifinale di ritorno dei play-off scudetto contro la Pro Recco. In occasione delle partite casalinghe della prossima stagione cercheremo di organizzare un pullman gratuito che porti i ragazzi del Mastiff Club e gli altri nostri simpatizzanti di Monza a Busto Arsizio”.

bpm-pubblicoA proposito, cosa ci si deve aspettare dalla BPM Sport Management? Se quest’anno da “matricola” è arrivata terza… “È stata una stagione eccezionale. In Italia nessuna neopromossa era mai riuscita a qualificarsi per la Champions League. Alla vigilia pensavamo di arrivare un po’ sopra la zona salvezza, a metà campionato di qualificarci per l’Euro Cup… Nelle prossime settimane lavoreremo per allestire una squadra che faccia ancora meglio…”.

 

bpm-vis-roma

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Commenti

  1. Ma una banca come la Popolare di Milano non ha i soldi per costruire una piscina di proprietà a Verona? Ma per piasè….
    Cmq saluti e baci, non credo che Monza sentirà la mancanza di questa società pellegrina… già è una città fredda, gelida verso le sue squadre storiche, figuriamoci verso questi importati.

  2. vermeimmortale dice:

    chissene di questi veronesi

Articoli più letti di oggi