16 Giugno 2021 Segnala una notizia
Aperta la Teem: migliorerà il traffico ad est di Milano?

Aperta la Teem: migliorerà il traffico ad est di Milano?

18 Maggio 2015

Alla presenza del ministro delle infrastrutture Graziano Del Rio e del governatore della Lombardia, Roberto Maroni, sabato mattina è stata inaugurata la Tangenziale Est esterna di Milano (Teem), arteria che dovrebbe sgravare il traffico dalla “vecchia tangenziale”.

Sono stati anche resi noti i costi: 6,25 euro per tutti i 32 chilometri. Per i pendolari è previsto uno sconto. A breve sul sito di Teem teem-tabellario tariffe(www.tangenziale.esterna.it) tutti gli utenti potranno calcolare i pedaggi di tutte le uscite. Qui di fianco in anteprima i prezzi.

Questa mattina la prova del nove vedeva la Teem completamente sgombra con un tempo di percorrenza medio da Agrate a Melegnano di 15 minuti. La tangenziale Est era invece, come sempre, bloccata. Ci vorrà sicuramente ancora tempo perchè la nuova arteria diventi un’abitudine per chi deve solo bypassare Milano dalla A4 alla A1, ma certamente il pedaggio potrebbe essere un ostacolo, visto anche il periodo di crisi.

Al taglio del nastro di sabato c’è stata anche una contro-manifestazione con un

La coda di questa mattina alle 7.30 in tangenziale est

La coda di questa mattina alle 7.30 in tangenziale est

piccolo capannello del gruppo No Tem: per il comitato l’opera “ha rovinato l’ambiente naturale dell’est di Milano e non porterà i benefici sul traffico auspicati, perchè le opere compensative, come il prolungamento delle metropolitana verde e gialla, non è stato realizzato.”

Assenti all’inaugurazione anche i sindaci di Agrate Brianza e Caponago: il sindaco Colombo di Agrate è indignato  per la non realizzazione della bretella (clicca qui per leggere il commento completo), che avrebbe dovuto collegare la nuova strada con la vecchia tangenziale e che riverserà questo traffico di passaggio sul territorio di Agrate. Il sindaco di Caponago invece ha informato di questa decisione i suoi cittadini con una nota sul suo profilo facebook: “Non sono contro il progresso o l’ammodernamento, sono contro opere che non sono supportate neanche da ciò che doveva essere ed erano all’interno dell’accordo di programma tra i vari enti locali (metropolitana, collegamenti solo rimasti sulla carta). Caponago ha Tem in trincea e una porzione di Parco che verrà realizzato al confine con Pessano con Bornago, che verrà dato in gestione al Parco Molgora e con una pista ciclabile di collegamento, ma rimarrà ora chiusa in 3 arterie stradali, togliendo ci quello che Regione Lombardia aveva definito “cannocchiale ecologico”. Comprendo chi, come maestranze, ha lavorato duramente per fare tutto ciò nel tempi che avevano e che ora soddisfatto vorrebbe solo festeggiare. Io non festeggerò, prendo atto, ma non andrò a questa inaugurazione”.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. Cittadino dice:

    Di certo non peggiorerà la situazione,visto che la Est è bloccata tutti i giorni dalle 6 alle 10 e dalle 16 alle 20 da carugate a linate…e chi dice che non serve non si è mai dovuto sciroppare quella tangenziale al mattino…

    • Sentenziatore dice:

      Bravo! Chi è contro mi ricorda tanto quelli che fanno i froci col culo degli altri….

  2. Già espressa tutta la mia contrarietà in altro topic analogo: una scelta anacronistica e già di per sè dannosa, che diventerà disastrosa nel medio e lungo periodo.
    Un film già visto.
    Sulle prime saranno tutti contenti (esattamente come 60 anni fa quando costruirono la “vecchia” tangenziale est) poi piano piano comincieranno a spuntar fuori centri commerciali ai lati della nuova arteria, poi nuovi quartieri residenziali, poi gli abitanti man mano cominceranno ad incazzarsi per l’inquinamento atmosferico e acustico, e allora via con un’altra tangenziale ancora più esterna… insomma è solo in questo schifo di paese, vergogna d’Europa, che non si riesce mai ad imparare dagli errori del passato.
    Il futuro deve correre su ferro e su mezzi ecosostenibili, non sul catrame, cemento e petrolio. POLITICI SVEGLIAAAAA!!!!!!!

    • massimo dice:

      condivido parola per parola l’intervento di Carlo!!!!!!!!

    • Sentenziatore dice:

      Il futuro deve correre su ferro. Treno, immagino.
      Bene. Io alla mattina vado al lavoro a 30km da casa. Poi quando smetto vado in piscina ad un paese vicino, 5km. Prima però ero passato a prendere il bimbo e l’ho portato dai nonni, che abitano poco fuori. Finita piscina vado a fare la spesa….circa 5km. Poi possono capitare commissioni varie, oppure dopo il lavoro vado a trovare amici in altri paesi. Tutto con il treno?
      Il treno e i mezzi pubblici in generale sono per chi non ha una vita sociale attiva

      • Si parla per grandi numeri, ovviamente, non si potrà mai realizzare un opera ad hoc per ciascun caso specifico. Così come alcune categorie, come i commerciali e i camionisti, per forza di cosa abbisogneranno sempre dell’auto.
        Ma la maggior parte dei pendolari in auto percorre “soltanto” il tratto casa-ufficio: sempre lo stesso percorso, sempre allo stesso orario: sono quelli che riducono ad una camera a gas la nostra conurbazione. E per loro le risposte ci sono già: mezzi pubblici. Vanno pubblicizzati (i mezzi di superficie spesso sono autolinee fantasma, magari si notano le paline ma nessuno sa quando passino e che tratta percorrano), vanno messi in sinergia tra loro, va fatta l’integrazione tariffaria su scala regionale. Ma ci sono già.
        Inutile continuare a costruire nuove strade per i vizi di questi pigroni che vogliono mettere il cuxo fuori dall’uscio di casa e rialzarlo alla scrivania del lavoro.

    • Cittadino dice:

      Carlo non sa che viviamo nella regione più popolata d’Europa dopo quella londinese e reputa normale che uno da Bergamo per andare a Lodi debba passare da Palmanova Linate e Corvetto..Dici di correre su ferro..e poi spuntano i no tav. costruiscono la nuova linea 4 della metro a milano..e si lamentano che tagliano gli alberi..Gli stessi però si lamentano che si usa l’auto..

    • Cittadino dice:

      e sinceramente quelli che si lamentano del rumore io non li calcolerei nemmeno..tipo gli abitanti di san siro..lo stadio è li da 60 anni, quando hai comprato casa lo sapevi..fa figo dire che abiti a san siro? benissimo, oneri e onori. non puoi pretendere di abitare a san siro e non avere 4 concerti d’estate e 38 domeniche su 52 con le partite di calcio..

  3. Ieri (18 maggio) e oggi (19 maggio) la tangenziale EST era vuota (presente solo qualche leggero rallentamento) nel tratto Cologno – S. Donato sia alla mattina che alla sera. Inoltre la foto non è della tangenziale EST ma del tratto cittadino della A4

    • Lorenzo Giglio dice:

      E’ proprio la foto della tangenziale est, nei pressi dell’uscita Cologno sud. 😉

    • Cittadino dice:

      Concordo, ci sono rallentamenti fisiologici.mentre prima era bloccata la foto è del tratto sesto cormano.

  4. Cittadino dice:

    Alla faccia dei gufi che parlano senza essere mai usciti da Monza..la Teem nelle prime due settimane di apertura registra 45 mila veicoli al giorno..e infatti la Est ora si percorre bella senza traffico fino a Palmanova..poi c’è un pò di tappo dovuto all’immissione della Nord.di certo non è ferma come è stata per anni. I LAVORATORI RINGRAZIANO.

Articoli più letti di oggi