15 Giugno 2021 Segnala una notizia
Monza, truffa telefonica del finto avvocato. Ecco quello che c'è da sapere

Monza, truffa telefonica del finto avvocato. Ecco quello che c’è da sapere

23 Aprile 2015

Truffe telefoniche ai monzesi: chiamano ignoti millantandosi avvocati e chiedono soldi per danni in incidenti stradali con coinvolti dei parenti.

La segnalazione arriva dal gruppo cittadino di Monza su Facebook, dove poche ore fa una donna ha raccontato che la madre é rimasta vittima della tentata truffa: “È appena successo a mia mamma, sono andata da lei ed era in lacrime – racconta la donna – ha ricevuto una telefonata da un presunto avvocato che le ha detto che sua figlia aveva fatto un a tamponamento ed era nei guai con Carabinieri. Mia mamma ha chiesto quale delle sue figlie fosse rimasta coinvolta nell’incidente (ne ha quattro n.d.r), e dove”.

Secondo il racconto della donna, il finto avvocato conosceva molti dettagli personali “Non so come ha fatto, ma ha detto un nome corrispondente a quello di mia sorella. Mia mamma si è fatta dare il numero di telefono dicendo che l’avrebbe fatto chiamare da mio cognato.  Il telefono era inesistente e mia sorella ignara al lavoro”.

Fortunatamente la donna è scampata alla truffa, che però in queste ore potrebbe essere riuscita ai danni di altre persone. In caso di telefonate analoghe l’unica cosa da fare è riagganciare, contattare il 112 e i propri cari, senza elargire dati e denaro ad alcuni. Questo non è né il primo, nè purtroppo l’ultimo di casi simili.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi