21 Giugno 2021 Segnala una notizia
Spari a Milano, l'On. Rampi ai carabinieri "Se tutti così l'Italia sarebbe migliore"

Spari a Milano, l’On. Rampi ai carabinieri “Se tutti così l’Italia sarebbe migliore”

13 Aprile 2015

Continuano a ricevere i complimenti Mario Nufris e Luciano Madau, i due carabinieri della compagnia di Vimercate che giovedì hanno arrestato Claudio Giardiello dopola sua mattinata di follia.

Roberto Rampi, onorevole PD

Roberto Rampi, onorevole PD

L’arma dei Carabinieri, sempre molto discreta, aveva voluto nei giorni scorsi tenere nell’anonimato i nomi dei due militari che giovedì, intorno a mezzogiorno, hanno fermato e arrestato Claudio Giardiello, l’imprenditore che mezz’ora prima aveva sparato all’impazzata in un’aula del tribunale di Milano. Dopo una fuga in scooter da Milano, Giardiello si è fermato alle Torri Bianche di Vimercate: li ad attenderlo all’imbocco del parcheggio ha trovato due pattuglie del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Vimercate: a fermarlo sono stati il brigadiere Mario Nufris e l’appuntato Luciano Madau.

I compimenti ai due militari sono arrivati da molte persone, tra i quali, anche l’onorevole Roberto Rampi di Vimercate:

“A loro, ai loro diretti superiori, al capitano Marco D’Aleo​ ho voluto portare il ringraziamento mio e di tanti colleghi e cittadini. In una tragedia come quella di Milano in cui si sono viste molte cose che non hanno funzionato e vanno corrette, c’è anche la storia di un’Italia che funziona, di persone che fanno il loro dovere fino in fondo, rischiando di loro, sulla propria pelle. È qualcosa che non possiamo e non dobbiamo dare per scontato. Proviamo una volta a parlare di questo. Perché se questo Paese fosse fatto di più da persone che fanno il loro dovere, semplicemente, funzionerebbe meglio.”

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Lorenzo Giglio
Classe 1981, giornalista pubblicista, ho sempre cercato la verità bella o brutta che sia in tutto ciò che mi circonda. Amante dell'arte, della fotografia e soprattutto del rock, non mi tiro mai indietro se devo guardare una bella partita di calcio. Non mi piacciono gli schemi prestabiliti e trovo troppo strette le appartenenze di partito, anche perchè come dicevano i Queen: "Anyway the wind blows doesn't really matter to me".


Commenti

  1. Cittadino dice:

    nn capisco.hanno fatto il loro lavoro. A me mica fanno l’applauso quando chiudo un bilancio..mah.

Articoli più letti di oggi